Truccate le elezioni 2006?

novembre 14, 2006

Clinton Eugene Curtis è un nome pressoché sconosciuto in Italia, ma in America lo conoscono bene perché fu al centro dello scandalo delle macchinette elettorali truccate nelle elezioni in cui vinse, per due volte, George Bush.

Curtis confermò sotto giuramento di aver ideato per conto dei repubblicani un software in grado di modificare il risultato elettorale. Le elezioni in Italia del 9 aprile e quelle americane del 2000 e 2004 hanno almeno 4 punti di contatto:

1) L’incredibile andamento degli scrutini, con il flop dei sondaggi e il clamoroso ribaltamento degli exit-polls

2) La presenza di Karl Rove, consigliere elettorale di George W. Bush e di Silvio Berlusconi

3) La presenza di sistemi informatici per l’elaborazione del flusso dati di cui sono in pochi a conoscere il funzionamento

4) L’affidamento dell’appalto per lo scrutinio elettronico ad una azienda (la Accenture) che è la stessa principale indiziata per la truffa elettorale in Florida del 2000, oltre ad avere come partner Gianmario Pisanu, figlio dell’allora ministro dell’Interno

La tesi delle elezioni truccate viene sostenuta nel documentario «Uccidete la democrazia!», il nuovo film di Beppe Cremagnani ed Enrico Deaglio, nel quale una «gola profonda» spiattella fatti e circostanze e, soprattutto, numeri, numeri inquietanti.

Uno tra tutti, il «mistero delle schede bianche»: dalle Politiche 2001 a quelle 2006, per la prima volta nella storia della Repubblica, le schede bianche sono crollate: da 1.692.048 ad appena 445.497, 1.246.551 in meno. Maggiore partecipazione? Sembra difficile pensarlo: gli elettori, al netto dei votanti all’estero, sono stati di meno: 39.424.967 contro i 40.190.274 di cinque anni fa. E soprattutto ci sono le «anomalie» statistiche. L’Italia è varia, la percentuale di «bianche» nel 2001 cambiava ad ogni regione, 2,6 in Toscana, 9,9 in Calabria, 5,5 in Sardegna… Nel 2006 però accade l’incredibile, i dati delle schede bianche si sono omologati, stanno tutti tra l’1 e 2%, isole comprese! In Campania, per dire, si è passati da 294.291 bianche a 50.145, meno duecentocinquantamila, dall’8 all’1,4%.

In sostanza gli autori del documentario sostengono che Berlusconi avrebbe cercato di truccare le elezioni, ma che il colpo non gli riuscì per soli 24.000 voti dal traguardo, perché l’allora ministro dell’interno Beppe Pisanu resistette alle pressioni (nel film si racconta di una furiosa lite con Berlusconi che lo accusava di essere un «traditore») rifiutandosi di essere partecipe e corresponsabile di una truffa (vedi anche l’articolo sul Corriere).

Così forse si spiegano i «miracolosi recuperi» della Casa della Libertà, o gli errori clamorosi dei sondaggisti.

«Quando gli exit-polls differiscono in maniera sostanziale dal risultato finale, vuol dire che probabilmente l’elezione è stata truccata» disse lo stesso Eugene Curtis nella testimonianza resa di fronte alla Commissione Parlamentare sulle irregolarità delle elezioni presidenziali USA 2004.

Sapremo mai come sono andate veramente le cose?

Annunci

51 Responses to “Truccate le elezioni 2006?”

  1. Velvet Says:

    Noi di destra abbiamo addirittura auspicato, proposto, caldeggiato, firmato petizioni per ricontare i voti ( non so se ricordate Ricontiamo.com )

    Se ci hanno preso in giro, per noi è una presa in giro tripla.

    Però, ad onor dell’intelligenza, mi sembra che Deaglio e Co si comportino da puri militanti presupponenti e nulla più.
    Brutto sport nazionale. Dateci prove…. altrimenti che senso potrebbe avere tutto ciò? Cominciamo a pensar male anche noi. E conn una bella mente investigativa cominciamoa anche noi a mumblare??

    Saluti Velvet

  2. aghost Says:

    velvet, destra o sinistra, un’elezione truccata inganna il paese e gli elettori. E’ ragionevole pensare che Deaglio si comporti da militante ma i numeri, se confermati, non sono ne di destra ne di sinistra, sono numeri e basta. E su quelli c’e’ poco da discutere. A sette mesi dalle elezioni il Viminale non ha ancora diffuso i dati delle elezioni, perché? Perché, dice qualcuno, sono impresentabili. Il fatto che non escano fuori ora con con un governo di sinistra che avrebbe subito il danno del broglio, autorizza ulteriori inquietanti sospetti. Siamo una democrazia per finta, ma che in che paese siamo se dopo mesi non possiamo vedere i dati delle elezioni? Cosa ci nascondono?

  3. Nicola Says:

    aghost,
    sono profondamente d’accordo con te!
    Provo la profonda sensazione, che penso noi italiani tutti ci portiamo dietro, che qualsiasi mobilitazione, pensiero, azione, noi facciamo, non scalfiamo neanche l’impunità e l’invincibilità di quel guppo di potentati organizzati che mantengono il sistema e se lo spartiscono nascondendolo dietro il bene collettivo ma al solo scopo di mantenere la spartizione di potere, soldi e clientele.
    E sotto sotto, piano piano, lo scenario è sempre più inquitente:azioni da squadracce da entrambe le parti, intolleranza, pestaggi, servizi che fanno capolino qua e la, intercettazioni, etc… tutta la merda che ha contraddistinto la storia dell’Italia negli ultimi 50 anni.
    Non so veramente più cosa pensare!

  4. Velvet Says:

    Carissimo, intanto, c’è una recrudescenza su tutti i blog che parla di elezioni truccate da parte dell’allora governo.
    E’ un’affermazione grave, però sta passando nelle coscienze, e la cosa terribile è, che , continuando ad agire così, prestissimo non ci scalfirà più niente.

    I militanti dovrebbero svolgere il loro mestiere con altri mezzi, non svergognando e scandalizzando con solo dei numeri che a dispetto della matematica li si stiracchia quanto si vuole.

    E’ tutto assurdo: prima ci hanno preso in giro per sei mesi perchè volevamo ricontare, adesso addirittura siamo noi ad aver fatto dei brogli.

    Per lanciare un’accusa del genere BISOGNA ESSERE SICURI DI NON SBAGLIARE; Questo continuo scandalizzare per fare soldi ( non c’è il solito allegatuccio?? ) usata in questo modo è altrettanto immorale. Mi paicerebbe poi che qualcuno, una sola volta, pagasse, o per aver fatto ciò di cui lo si accusa, o per aver calunniato.
    Ma questo non succede mai ( vedi Travaglio…se ha ragione lui, come la Giustizia ha certificato Berlusconi dovrebbe stare in galera, no?)
    Che giustizia è?

  5. PAUL Says:

    e allora perche’ i rossi no accettano la richiesta del centrodestra????

    RICONTIAMO LE SCHEDE E VEDIAMO CHI HA IMBROGLIATO CHI

  6. Cosacco Says:

    Mi sembra l’ennesimo inutile esercizio di una sinistra perennemente afflitta dalla sindrome del complotto. Secondo lorsignori, se uno trucca le elezioni non riuscendo nell’intento di vincerle, cosa fà? Se ne stà bellamente zitto o chiede a gran voce un riconteggio e una verifica del risultato? La risposta mi sembra ovvia e scontata. Saluti.

  7. Lex [OPS] Says:

    Sulle elezioni truccate o meno non mi esprimo. È vero? È falso? È possibile? Sinceramente non ne ho la più pallida idea. Spero di no sinceramente.

    Il sillogismo dopo le elezioni volevamo ricontare i voti implica non abbiamo truccato le elezioni mi sembra però un po’ debole o, quantomeno non ovvio. Dipende da come ho truccato le elezioni.
    Mi spiego meglio:
    Se il mio “sicario” conta tre volte la stessa scheda e ne infila nell’urna una sola non ha effettivamente senso richiedere il riconteggio, Se invece il mio “sicario” nell’urna ce ne mette effettivamente tre di cui solo una vera, non vedo percè poi non debba richiedere di contare di nuovo i voti. Terza possibilità: il mio “sicario” conta una scheda tre volte, ne mette nell’urna una. Alla fine perdo uguale e siccome ho la quasi assoluta certezza che per quanto piango non riconteranno mai i voti perchè è una spesa folle alla fine piango un sacco per fugare ogni dubbio.

    Fine della parentesi di fantapolitica, perchè di cose assurde e difficili da credere in Italia se ne sono fatte tante tipo l’8×100 destinato agli aiuti al terzo mondo che viene riciclato per missioni di guerra… Ma le elezioni truccate, no dai è davvero troppo!

  8. aghost Says:

    io trovo sia un’indecenza che a sette mesi dal voto il viminale non abbia ancora resto noti i risultati completi, schede bianche e nulle comprese. Ma in che paese siamo? Che hanno da nascondere?

  9. stefano Says:

    e quel provenzano il giorno dopo il misfatto per spostare l’attenzione
    roba da paese dei pupi, o meglio da banana republic

  10. Lex [OPS] Says:

    Alla faccia della fantapolitica! :???:

  11. aghost Says:

    i numeri sono numeri, lex :)

  12. Lex [OPS] Says:

    Gli unici numeri che si trovano in giro sono questi
    perchè ritieni che non siano i risultati completi?

  13. aghost Says:

    lex, dove sono i dati sulle schede nulle? E su quelle bianche?

    Guarda caso non ci sono… e se non ci sono perché?

  14. Lex [OPS] Says:

    E tu ritieni che questa una prova di brogli?

  15. aghost Says:

    lex dio bono, segui il ragionamento di deaglio, è spiegato tutto e se le cose stanno come dice c’è seriamente da interrogarsi. Il fatto che i dati sulle schede bianche non siano stati resi noti autorizza i sospetti peggiori, e cioè che Deaglio abbia ragione.

  16. Lex [OPS] Says:

    Scusa, ed i rappresentanti di lista che facevano durante lo spoglio dormivano? Oppure siccome erano di FI erano facili da corrompere per definizione? Dio buono, non si è mai sentito nella storia di Italia che uno schieramentoi che controlla il viminale durante un elezione accusi l’altro di brogli. Nel migliore dei casi sarebbe un’ammissione di incapacità patologica…
    Credere ai brogli della CDL è paranoia, ma credere a quelli dell’Unione è schizofrenia…

  17. aghost Says:

    ma il broglio, se c’è stato, è avvenuto DOPO lo spoglio, non durante.

    Come nel caso americano, si è utilizzato un software che “trasformava” le schede bianche in voti. Resta ancora la domanda fondamentale: perché non sono disponibili i dati sulle schede bianche a 7 mesi dalle elezioni?

  18. Lex [OPS] Says:

    Allora o i brogli sono stati fatti dalla CDL ed hanno corrotto Amato per bloccare i dati delle schede o dall’Unione che, suo tempo ha corrotto Pisanu che ha permesso che qualcuno mettesse le zampe sui dati del viminale. Tra l’altro tutte le novità software delle ultime elezioni sono state introdotte dalla CDL.

    Tu dici che questa collaborazione fraudolenta trasversale non è fantapolitica?
    Magari hai ragione ed i risultati delle elezioni li hanno decisi Berlusconi e Prodi a cena, mentre noi, stolti continuamo a discutere, a soffrire ed a sperare…

    Senza prove un po’ più credibili, permettimi, continuo a pensare che di fantapolitica si tratti.

  19. aghost Says:

    ovviamente non posso giurare che i brogli ci siano stati perché non ho prove. Tuttavia la tesi di deaglio appare fondata. Il fatto che il viminale tenga nascosto il dato sulle schede bianche a sette mesi dalle elezioni è inquietante.

    Non trovi?

  20. Lex [OPS] Says:

    Senti questa allora che è bellissima:

    Ai primi spogli delle elezioni 2006 la CDL sta perdendo di brutto. Berlusconi chiama Pisanu e gli dice di attivare il magico software americano e le bianche e le nulle diventano voti per loro. Questo spiegherebbe la trend costante di recupero sull’Unione, immagine che puoi trovare su Wikipedia.

    Fanno male i conti però, ed invece di vincere le elezioni si limitano a trasformare una vittoria schiacciante in una risicata.

    L’Unione va al governo e data la situazione lasciata dal precedente inizia a fare riforme impopolari con effetti positivi di lungo termine. Nel frattempo Amato scopre l’imbroglio, e telefona a Prodi. Siccome se si dovesse riandare al voto l’Unione perderebbe per le riforme impopolari di cui sopra. Il tutto viene tenuto nascosto e la pubbilicazione dei dati delle nulle e delle bianche viene ritardato.

    Dan Brown mi fa una pippa!

    Cmq, sempre fantapolitica resta.

  21. aghost Says:

    fanta ma mica tanto. Ma pare che Pisanu non fosse direttamente responsabile della faccenda anzi, quando lo venne a sapere, rifiutò di prestarsi al gioco (di qui le accuse di “traditore” di un berlusconi furioso).

    La tesi che il centrosinistra non tiri fuori le schede bianche perché se venisse fuori il broglio, sia pure a suo danno, si dovrebbero rifare le elezioni con tutti i rischi del caso, mi pare una buona argomentazione :)

    Sia come sia, io dico che devono tirare fuori ‘sti cazzo di dati! Ma in che paese siamo? Sono passati 7 mesi!

  22. paoolino Says:

    Ci fosse stato l’imbroglio, fatto in modo che nel computerone del Ministero le schede bianche venissero attribuite a Forza Italia, il dato ufficioso del Ministero dell’Interno della notte dello spoglio avrebbe dovuto essere ben diverso dal dato ufficiale, quello emesso dalla Corte di Cassazione, che si basa sui verbali cartacei provenienti dalle sezioni.
    E invece i dati sono molto simili.
    Qui trovate il risultato della Corte di Cassazione:http://www.cortedicassazione.it/Documenti/comunicato%20stampa.doc

  23. aghost Says:

    ma il dato sulle schede bianche ancora non c’è! Perché???

  24. Domenico Says:

    Perché non si vota come in Francia, dove l’elettore riceve una busta e un foglietto stampato per ogni candidato, che va messo in busta e inserito nell’urna. Così si eliminano le schede nulle. Sarebbe troppo facile, vero?

  25. paoolino Says:

    Però c’è un comunicato stampa del Viminale del 11-04-2006: le schede bianche per il Senato sono 488.403, quelle per la Camera sono 448.002.

    E resta il fatto che se quelle ipotetiche 1.200.000 schede bianche di meno fossero state trasformate dal computer del Ministero in voti per FI, il risultato della Corte di Cassazione – che si basa su dati non passati attraverso il computer del Viminale, ma sui verbali cartacei delle sezioni depositati nelle Corti d’Appello a spoglio concluso – avrebbe mostrato 1.200.000 voti in meno per la CDL, cosa che così non è stata in quanto per la Corte di Cassazione la CDL ha ottenuto 18.977.843 voti e per il Ministero (durante lo scrutinio) 18.976.460 voti.
    A meno che non abbiano partecipato al broglio anche quelli che hanno compilato i verbali, se non ,addirittura la Cassazione.

  26. aghost Says:

    ma resta l’anomalia incredibile del crollo delle schede bianche!

    riporto:
    ————
    “dalle Politiche 2001 a quelle 2006, per la prima volta nella storia della Repubblica, le schede bianche sono crollate: da 1.692.048 ad appena 445.497, 1.246.551 in meno. Maggiore partecipazione? Sembra difficile pensarlo: gli elettori, al netto dei votanti all’estero, sono stati di meno: 39.424.967 contro i 40.190.274 di cinque anni fa. E soprattutto ci sono le «anomalie» statistiche. L’Italia è varia, la percentuale di «bianche» nel 2001 cambiava ad ogni regione, 2,6 in Toscana, 9,9 in Calabria, 5,5 in Sardegna… Nel 2006 però accade l’incredibile, i dati delle schede bianche si sono omologati, stanno tutti tra l’1 e 2%, isole comprese! In Campania, per dire, si è passati da 294.291 bianche a 50.145, meno duecentocinquantamila, dall’8 all’1,4%.”
    ——-
    il crollo delle scheda bianche come si spiega? E perché non ci fanno vedere i dati regione per regione?

  27. paoolino Says:

    Potrebbe avere inciso il sistema elettorale.
    Si è passati da un sistema uninominale dove si sceglieva fra 2-3 candidati a un sistema proporzionale in cui si è scelto fra un gran numero di partiti.
    Col vecchio sistema era più probabile non riconoscersi in uno dei candidati; per esempio un elettore di AN che nel 2001 si trovava a dover scegliere tra un candidato di sinistra e uno della Lega poteva preferire di lasciare la scheda bianca; nel 2006 lo stesso elettore di AN ha potuto votare direttamente AN.

  28. aghost Says:

    paolino tutto quello che vuoi, ma perché non tirano fuori i dati???? :)

  29. paoolino Says:

    Ma i dati regione per regione, se non ci sono, Beppe Cremagnani, Enrico Deaglio e “Agente Italiano” (pseudonimo dell’anonimo che ha scritto il libro da cui Deaglio e Cremagnani hanno preso spunto) da dove li hanno presi?
    Poi sinceramente – ma con tutto il rispetto per chi non la pensa come me – ritengo che questi dati mancanti non siano una prova schiacciante del presunto broglio; forse un vago indizio.

  30. aghost Says:

    non so dove li hanno presi, ma li hanno. Il governo avrebbe un modo semplicissimo per chiarire ogni dubbio, pubblicare i dati, invece non lo fa. Non è un po’ strano?

    Se i dati mancanti sono quelli riferiti da deaglio, direi che è molto piu di un vago indizio! Ci sono troppe circostanze “strane” e anomalie per non pensare seriamente a dei a brogli

  31. paoloechiaro Says:

    sicuro berlusconi è truccato. e più moira orfei.

  32. pippo Says:

    intanto chi ha vinto le elezioni per pochi voti è il centrosinistra!

  33. aghost Says:

    anche beppe grillo sul suo blog parla del possibile broglio elettorale della cdl. Effettivamente tutti ci chiediamo perché il centrosinistra non voglia fare chiarezza su un cosa cosi’ grave. E la risposta, ragionevole, è che nessuno al governo ha voglia di rifare le elezioni col rischio di perderle.
    Il DVD di Deaglio uscira ufficilamente il 24 (col Diario), mi pare già incredibile comunque l’assenza di reazioni. Ma in che paese siamo?

  34. Jake Says:

    non ci sono reazioni perchè è una ca**ata pazzesca.
    L’imbroglio del quale parla
    Deaglio è impossibile. L’elaborazione dei dati
    in via telematica, condizione necessaria affinché
    quell’imbroglio possa essere effettuato, si
    compie solo per le informazioni che i singoli
    seggi sono obbligati a inviare alle prefetture a
    scrutinio concluso. I dati risultanti, che sono
    quelli immediatamente conosciuti, non hanno
    alcun valore giuridico. I risultati ufficiali, gli
    unici che determinano la costituzione del nuovo
    Parlamento, sono quelli che vengono proclamati
    circa una settimana dopo le operazioni
    di voto, dalle commissioni elettorali, le quali
    non utilizzano strumenti elettronici, ma trascrivono
    con la biro il numero delle schede
    bianche e dei voti validi, riportati da ciascuna
    lista ed elencati nei verbali di ciascuna sezione
    elettorale, in dei tabulati, e li sommano, determinando in tal modo i risultati validi per ciascuna circoscrizione. Una commissione elettorale
    centrale, poi, somma i risultati di ogni circoscrizione, calcolando l’unico risultato valido
    per tutto il territorio nazionale e determinando
    in tal modo la lista che ha diritto al premio
    di maggioranza alla Camera. I risultati così ottenuti
    nelle ultime elezioni politiche, senza l’impiego di mezzi elettronici e perciò senza che fosse possibile l’applicazione di un programma
    fraudolento, non differiscono, come è noto, in
    misura rilevante, da quelli non ufficiali, diramati
    dal ministero dell’Interno.
    (cito da 1 lettera al “foglio” di ieri)

  35. aghost Says:

    jake, se fosse come dici, perché non pubblicano i dati delle schede bianche?

  36. Jake Says:

    Chiederlo a loro?

  37. mcz06 Says:

    Beh, la soluzione è molto semplice.
    Che vengano annullate subito le elezioni del 2006 e che se ne facciano immediatamente di nuove.

    Almeno un risultato positivo ci sarebbe: quel bugiardo di Prodi se ne tornerebbe a casa!

  38. aghost Says:

    non mi pare una “soluzione molto semplice” ma un vero disastro per tutti. Che crediblità, già bassa, potrebbero avere i partiti dopo un fatto del genere? Chi andrebbe ancora a votare?

  39. Luca Rosso Says:

    Secondo me sono state falsate una minima percentuale anche solo per il gusto di fare un sfregio non importa a chi, siam in Italia in fondo… :-D . La credo una ipotesi realistica non solo riferendomi ad uno dei vari schieramenti, mi riferisco agli italiani in generale, con tutto il rispetto parlando. Buon lavoro ;-(((

  40. Luca Rosso Says:

    http://www.kagliostro.net/2007/07/11/i-brogli-denunciati-mesi-fa/

    …scusate se sono sempre qui sopra rischiando di monopolizzare l’attenzione, non me ne vogliate, vorrei però sapere cosa ne pensate di questa pagina, mi piacerebbe sapere quanto sono fondate le affermazioni che si leggono… insomma dove potrei trovare i necessari riscontri senza rompervi le scatole? Grazie per la cortesia e l’accoglienza :-)


  41. […] Truccate le elezioni 2006? […]

  42. Anonimo Says:

    Se fate vedere ad un matematico questo grafico:

    e gli spiegate cosa rappresenta… si mette a ridere. C’è maggiore probabilità che un asteroide non identificato faccia a pezzi la terra in questo istante, che un andamento regolare di scrutinio abbia quel trend….


  43. Che pirla quello che continuava a parlare delle schede bianche…….


  44. Anche quello del 13 novembre di quest’anno però non scherza………


  45. Aghost ma sei l’autore di questo blog-Forum ?
    Allora te lo spiego io come sono andate le cose.
    Il conteggio avviene coi verbali dei seggi in cassazione.
    Se ci fosse stato un imbroglio sarebbe uscito dai verbali un risultato di 1200000 voti diverso.
    Anzichè 19 milioni di voti a testa sarebbe uscito un 19 milioni
    per il CSX e 17,8 per il CDX.
    Continuare ad insistere sulle schede bianche è sbagliato,
    perchè sono ininfluenti ai fini del risultato.
    A parte che poi sono saltate fuori.
    44000 bianche e 700000 nulle.
    Però allora forse anche lei si è reso conto delle cose sbagliate che ha scritto.
    Se così mi scuso per il pirla di prima.
    Se no confermo.

  46. Antonio Bigoni. Says:

    Vorrei dire una cosa agli utenti di Sinistra o sedicenti indipendenti
    che continuano a parlare delle schede bianche crollate nel 2006 e dell’andamento dello spoglio.
    Avete l’intelligenza per capire le implicazioni,quelle vere,della tesi di Deaglio ?(non prendetelo come un insulto)
    La tesi di Deaglio è che con l’80% dei votanti la quantità fisiologica di schede bianche sia di 1500000 circa e che se crollano a 440000 ci sia un broglio.(in quanto dovrebbero essere appunto 1500000)
    Ma se questo fosse vero come vi spiegate allora che nel 2008 col ministero in mano al CSX le bianche sono solo passate a 485000,restando ben lontane da 1500000 ?
    Se studiaste i risultati delle elezioni senza seguire certe stupidaggini vedreste che prima del 1994,quando si votava col proporzionale,le bianche erano 500000 o 600000,ed allora votava anche il 90% degli elettori.
    Solo nel 1994-1996-2001 quando si votava col maggioritario ci fu questa impennata delle bianche.
    Che la loro diminuzione possa essere dovuta appunto alla diversità del sistema di voto non vi sfiora la mente ?
    Oppure il vostro odio verso il CDX vi spinge a credere vera qualsiasi cavolata che viene detta contro di esso ?
    Per quel che riguarda il grafico postato dall’altro intelligentone del
    post del 13 novembre 2011 c’è da dire che è molto ignorante di cose elettorali.
    Quel grafico si è ripetuto sia nel 2001 e sia nel 2008.
    (col ministaro in entrambi i casi in mano al CSX)
    La Sinistra parte forte con le prime sezioni perchè per prime arrivano le sezioni della Toscana e dell’Emilia-Romagna.
    Poi quando arrivano Veneto e Lombardia la situazione si riequilibra.
    Nel 2001 fino a quasi metà dello spoglio il CSX era in vantaggio sulla CDL 41 a 37.
    Poi però il risultato finale fu di 42,5 a 38,7 per Berlusconi.
    Ed allo stesso modo nel 2008 con le prime sezioni scrutinate il PD era primo partito e il CDX era in vantaggio solo di poco 43 a 41.
    Poi alla fine dello spogli,con l’arrivo do Veneto,Lombardia e Sicilia finì col PDL primo e con 9 punti di distacco tra le coalizioni.
    Questi sono dati di fatto e se voi non volete vederli non so cosa dirvi.

    P.S.:Aghost,poi hai visto che alla fine il umero delle schede bianche è saltato fuori e che la tua era una paranoia ?

  47. Antonio Bigoni. Says:

    Aggiornamento per i sinistroidi.
    Nelle elezioni del 2013 ennesima smentita delle cavolate di Deaglio.
    Solo 395000 schede bianche e andamento dello spoglio simile al 2001-2006-2008.
    Bersani parte dal 33% e Berlusconi dal 25%.
    Poi di ora in ora Berlusconi sale e Bersani scende fino al 29.5 a 29,2.
    Brogli anche stavolta ?
    Ammettere che Deaglio scrivava cazzate ?

  48. Antonio Bigoni. Says:

    Tutti spariti ?
    A ripetere le cazzate di Deaglio tutti buoni,ma poi ad ammettere di avere torto davanti l’evidenza dei fatti non eh ?


  49. Nuova puntata delle cretinate di Deaglio.
    Dunque in questo week-end si è votato per le europee.
    All’inizio dello spoglio,7000 sezioni circa,il PD di Renzi ha il 45% dei voti.
    Però nel corso dello spoglio cala costantemente fino al 40,8% finale.
    Sostenete che anche oggi ci sono stati brogli della destra ?

  50. antonio Says:

    Proprio tutti spariti eh ?
    METTERCI LA FACCIA CHE DICEVATA CAZZATE NO EH ?


  51. […] se volete sapere di più consiglio di leggere questo post riguardo le elezioni in Italia nel […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: