Il Garante di Mignottopoli

marzo 22, 2007

Abbiamo dunque visto a cosa serve il cosiddetto Garante della privacy. Abbiamo visto la sua improvvisa solerzia, la sua reazione fulminea, il suo scatto felino nell’accorrere alla chiamata col campanello dei politici.

Per ordinare, “con effetto immediato” addirittura, la censura a tutto quello che potrebbe dar fastidio a lorsignori. Con un’ordinanza semplicemente demenziale, che spara nel mucchio pur di coprire chi ha evidentemente la coda di paglia lunga un chilometro. Finché veniva sputtanata l’Aida Yespica di turno nessuno faceva una piega: ma è bastato che fosse coinvolto un politico per far scattare le cesoie.

“L’insigne giurista” Francesco Pizzetti, così almeno dicono, sarà dunque ricordato per essere il Garante di Mignottopoli. Complimenti!

Annunci

4 Responses to “Il Garante di Mignottopoli”


  1. E perchè, l’inspiegabile censura sul servizio de Le Jene in cui hanno rilevato che il 30% dei parlamentari si droga? Non c’era relazione tra i dati raccolti e nomi e cognomi, pertanto non c’era rischio di privacy… però ha impedito che il servizio andasse in onda.

    E le uscite sulle intercettazioni?

    Garanti… pfui… Pizzetti… Calabrò… garantiscono che!?!?!

    (e tu Aghost che ce l’hai tanto con Rodotà, possibile che non lo rimpiangi neanche un pochino?)

  2. aghost Says:

    no per nulla, sono tutti fatti della stessa pasta :)

    Anche Rodotà che fioretta in punta di diritto, alla fine ha calato anche lui le brache davanti a Telecom. E questo non posso perdonarglielo proprio :)

  3. Cristian Says:

    Andrebbe cambiato il nome, da Garante della Privacy a Garante dei Potenti.
    Gli altri? Perchè ci sono altri?


  4. Cristian, i garanti servono… o meglio, c’è motivo per istituire i garanti. Il problema è che non “garantano” :P
    Sono strutture politicizzate e questo li subordina al vortice del magna magna. Se fossero tecnici non nominati dai politici, avrebbero tutta un’altra pasta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: