Il “tesoretto” di Lorsignori

aprile 13, 2007

Trovo che il termine “tesoretto”, usato ormai quotidianamente per indicare la quantità di soldi spolpata in eccedenza al contribuente bue, sia irritante e anche offensivo.

“Tesoro” infatti è un termine che richiama il bottino dei pirati: la sfrontatezza dei politici di definire “tesoretto” ciò che si è sottratto obtorto collo agli italiani è oltremodo fastidiosa perché rasenta l’impudenza.

E meno male che il governo Prodi era quello che aveva promesso di abbassare le tasse. Non solo le ha aumentate, ma le ha aumentate a tal punto che è avanzato perfino “un tesoro” sulla cui spartizione ora si litiga: qualcuno lo vorrebbe dare alle imprese, altri alle famiglie.

Una splendida sintesi l’ha fatta Giannelli con la sua vignetta sul Corriere qui sotto

Annunci

8 Responses to “Il “tesoretto” di Lorsignori”

  1. Cristian Says:

    Una parte (consistente) se la sono già presa i dipendenti pubblici (che per quanto mi riguarda sono la terza figura, dopo impresa e lavoratori dipendenti).

    Forte la vignetta :-)

  2. davide Says:

    Non condivido in toto la lettura che dai.
    Secondo me non sono soldi “sottratti obtorto collo agli italiani”, ma semplicemente gli italiani si stanno accorgendo che se tutti pagassero le tasse, ci sarebbero un sacco di soldi in più.
    La soluzione però non è evadere..


  3. in italia c’è troppa evasione e le tasse sono troppo alte. sono due verità incontrovertibili. ora, di questo tesoretto anzichè litigare per la paternità delle maggiori entrare la politica dovrebbe pensare che uso farne

  4. aghost Says:

    in italia la tassazione è troppo alta, la gente non ha soldi e chi può evade. La forte evasione è la conseguenza della tassazione eccessiva, non è che gli italiani evadono per divertimento. Del resto le nostre oligarghie danno un esempio devastante: non badano a spese, loro, quelle del quirinale per esempio sono “secretate”. Si parla di 220 milioni di euro, una cifra pazzesca che probabilmente non ha eguali nel mondo.

    Anche in Provincia non si lesina: per dire, ogni nostro consigliere provinciale (del trentino) guadagna quanto Condoleezza Rice, il segretario di Stato usa. Antonio Fazio, ancora per dire, prima di esser cacciato con ignominia pigliava uno stipendio che era 4 volte (quattro) quelli di Alan Greenspan, direttore della Fed la banca centrale americana. In Europa i nostri parlamentari sono quell che guadagnano più di tutti. Ma perché?

    Poi ci si lamenta del disamore degli italiani per la politica?

  5. cortomaltese Says:

    no aghost quelli che evadono non sono gli italiani senza soldi al contrario ad evadere sono quelli che i soldi li hanno e come diceva davide se tutti pagassero …

  6. Stella Says:

    Secondo me evadono tutti, chi più, chi meno….Gli autonomi, tutti !!


  7. Tutti no, però evadono sia quelli che hanno tanti soldi che quelli che ne hanno pochi. Ognuno evade in proporzione a quello che guadagna, solo che chi ha poco ed evade per sopravvivere è un po’ più giustificato di quello che ha tanti soldi e che vivrebbe bene anche senza evadere un euro. Purtroppo le leggi puniscono severamente chi evade 100 euro mentre uno che evade 1 milione di euro se la cava con poco. Stessa cosa con il furto la truffa corruzione eccetera. D’altronde il detto dice: se devi rubare ruba tanto….

  8. Luca Rosso Says:

    Scusate se intervengo, ma non sono d’accordo con l’analisi fatta: il tesoretto cosiddetto deriva dall’ultima finanziaria di Tremonti: Prodi ha fatto una finanziaria da 40 milioni di euro ma la stiamo vivendo ora pagandoci sanità, auto e altre cosucce simili. Il tesoretto è un extra gettito che nemmeno Tremonti previde. Ipotesi: Tremonti fece un bilancio di tot, Prodi si ritrova con tot più tesoretto. Ammesso e non concesso che le stime di Tremonti erano ottimistiche per lui mentre la sinistra fece previsioni pessimistiche, in ogni caso il tesoretto assume una consistenza maggiore se si guarda alle stime della sinistra, minore leggendo le stime della destra. In ogni caso c’è stato un extra gettito che nessuno previde. Volendo pensar male, gli italiano evasori sentendo puzza di ritorno della sinistra (date le evidenti esagerazioni delle leggi di destra su conflitto di interessi e quant’altro, chiunque scommettitore lo avrebbe potuto pensare) che tanto declamava un ritorno al rigore, hanno giocato d’anticipo evadendo meno in baba a qualsiasi previsione. Come disse Andreotti, a pensar male si fa peccato, ma difficilmente si sbaglia. Buon lavoro ;-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: