Più fischi per tutti

giugno 9, 2007

Il premier Romano Prodi, contestato duramente a Trento al Festival dell’Economia, è dovuto sgattaiolar via dall’auditorium da una porticina di servizio. Ieri, a Genova, Silvio Berlusconi è stato accolto da un salva di fischi e addirittura lanci di uova, “salvato” da due cordoni di polizia in tenuta antisommossa. In entrambi i casi i contestatori non erano “Black Bloc” o “No Global”, ma gente normale: c’erano studenti, casalinghe, pensionati. Sempre ieri, George Bush è sbarcato a Roma, blindata da imponenti misure di sicurezza.

Dicono che è la democrazia: ma se i potenti, cioé i nostri governanti, gli “eletti dal popolo”, non possono girare liberamente per strada per timore di aggressioni o attentati del popolo medesimo, ci dev’essere qualcosa che quadra. O no?

Annunci

10 Responses to “Più fischi per tutti”

  1. aghost Says:

    Prodi, riferendosi alle contestazioni a Berlusconi a Genova:

    “Il presidente del Consiglio, che e’ abituato a stare in mezzo alla folla, sa che capitano sempre gli insulti. Fa parte della democrazia, anche se non e’ gradevole”. Il Professore dice che ad un uomo pubblico possono capitare delle contestazioni, e’ normale e racconta: ”Stamattina mentre correvo all’alba tra Monopoli e Alberobello, mi hanno urlato: ’smettila, vai a lavorare’.

  2. MFP Says:

    Aghost… stai sempre a vedere il pelo nell’uovo… è evidente che ci sono un gruppo di stronzi che li segue ovunque vadano, per tirargli le uova. Sono dei poveri perseguitati da una 20ina di incivili… che altro ci vuoi vedere? :)))))))

  3. aghost Says:

    e gli va bene che tanta gente debba lavorare, senò gli “stronzi” sarebbero centinaia di migliaia in ogni città :)))

  4. Luca Rosso Says:

    Ne vedo ancora troppo pochi. Il problema appunto non è la democrazia ma chi la gestisce :-(

  5. MFP Says:

    Luca, io onestamente non sono d’accordo. C’è un problema sostanzialmente irrisolto, un tipico problema chicken-egg: chi controlla i controllori? Abbiamo visto che tutto questo controllo non c’è… e aumentare il controllo significa schiavizzare gli uomini senza risolvere i mali per cui si vuole aumentare il controllo. In definitiva non possiamo essere noi i controllori di noi stessi, e per quanto ci sforziamo di fare regole e regolette i controllori non funzionano. Allora ad un certo punto l’incapacità, l’obsolescenza, della classe politica è una co-responsabilità con l’incapacità del popolo di controllarli… detto in breve: se fossimo tutti coscienti, avremmo già votato un partito che prometteva una soluzione al problema dei controllori… non quello che promette il taglio delle tasse. Ad un certo punto i politici sono come un parafulmine… fanno comodo per chiacchierarne al bar. Per lo meno mettiamo in conto anche questo.

  6. aghost Says:

    a me pare un problema di fondo ancora irrisolto in tutte le cosiddette democrazie. Ci sono democrazie decenti e altre impresentabili, come la nostra.

    La via migliore dovrebbe essere, credo, una società in cui i poteri si controllano e si controbilanciano tra loro. Qualcuno però potrebbe obbiettare che con troppi poteri poi non si riesce a decidere nulla. Altri preferirebbero il potere forte, anche di una minoranza, che governa senza intralci e poi lascia decidere agli elettori se ha fatto bene o ha fatto male.

    Ma il concetto di rappresentanza su cui si basano le democrazie è fasullo. Di fatto poi si creano le solite oligarchie. Oppure accettiamo la visione darwiniana, per cui anche nelle società moderne alla fine emerge il più forte e il più scaltro a danno degli altri.

  7. Luca Rosso Says:

    Interessante sia la teoria darwiniana che il discorso dei controllori e dei controllati. Quello che io sottointendevo con un post brevissimo è che per migliorare le leggi o lo stato delle cose è chi sta in alto, ai vertici… non solo al governo. Per farlo bisogna essere integerrimi, ed allo stato attuale delle cose non ci sono le condizioni. Bisogna poi prevedere che fatta la legge, trovato l’inganno e prenderne le contromisure a priori. Se il vertice fosse come dovrebbe, mi pongo perciò in uno stato ideale delle cose, il sistema si potrebbe anche blindare, danddo possibilità al popolo di legiferare tramite raccolta firme (e credo la gente firmerebbe leggi semplici).Una possibilità di questo tipo non ci è stata data perché a volte capita che il popolo faccia comunella e deliberi qualcosa di non adeguato. Nello stato originario cioè quando la costituzione venne scritta, si pensava che i parlamentari fossero in relazione con il cittadino, non si è presa in considerazione la capacità del parlamento di derivare, di sbandare, di andare per i cavoli suoi. Che credo poi sia il riassunto di ciò che avete scritto :-)

  8. aghost Says:

    Noto, ambientalisti fischiano Prodi e Cuffaro
    Contestazione “bipartisan” per il premier e il presidente della Regione Sicilia in occasione dell’inaugurazione della cattedrale

  9. aghost Says:

    Prodi ancora contestato, stavolta dalla assemblea della Confesercenti

    «Basta, a casa, a casa», «Buffoni, buffoni», sono gli slogan riservati a Romano Prodi al termine della relazione del presidente Marco Venturi all’assemblea della Confesercenti. Il presidente del Consiglio ha lasciato la sala tra i fischi e lo stesso Venturi è dovuto intervenire dicendo: «Niente clacque organizzate, dobbiamo avere rispetto per le cariche dello Stato», ma dalla platea sono spuntati cartelli con le scritte «Prodi e Bersani nemici dei benzinai» e «Prodi e Bersani favoriscono la grande distribuzione». Prodi non ha commentato la relazione di Venturi, particolarmente critica sui costi della pubblica amministrazione e su provvedimenti come l’indulto.

  10. cicciobello Says:

    Si vede che qualcuno ha dovuto davvero pagare le tasse per una volta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: