Ubriachi alla guida (del governo)

luglio 17, 2007

Dunque secondo il governo la nuova emergenza nazionale sarebbe questa: gli ubriachi al volante. E già si promette il pugno di ferro con nuove leggi, beninteso rigorosissime.

Ma contro gli ubriachi che guidano il governo, per non parlare dei ladri di Stato come Amato inventore del prelievo forzoso del 6×1000 sui conti correnti, cosa si fa? Niente. L’automobilista è il capro espiatorio di tutto. La pecora ideale da tosare pelo e contropelo con le tasse, le multe, la benzina. Con la scusa dell’alcol lorsignori ci succhieranno ancora un bel po’ di soldi.

Naturalmente non un fiato sullo stato pietoso delle nostre strade, sulla segnaletica assente o confusionaria, sui cantieri perenni. E non un fiato sul fatto che lo Stato bastona i consumatori di alcol e nello stesso tempo glielo vende.

La coerenza non sta di casa in questo paese: quel che serve, come sempre, è fare un po’ di propaganda populista, far finta insomma di occuparsi di qualcosa. Non dei molti problemi seri che affliggono la nazione, ma dei problemi fasulli che fanno audience.

Powered by ScribeFire.

Annunci

2 Responses to “Ubriachi alla guida (del governo)”

  1. Alessio Says:

    chissà come la prenderanno bar, ristoranti e locali
    non basta poi un bicchiere di spumante appena bevuto (frequente ai compleanni) per andare oltre il limite di legge riguardo l’etilometro? (per accertare che si è superato il limite servirebbero le analisi del sangue, ma non credo che tutte le pattuglie che fanno questi controlli siano attrezzati anche per i prelievi)

  2. Luca Rosso Says:

    Dunque, se non erro, dopo il test o si aspetta dei minuti e si rifà o si chiede di esser portati al più vicino ambulatorio per analisi del sangue. Infatti il test è inficiato anche da alcuni alimenti quali aglio cipolle e altri aromi se non erro. Detto questo, la cosa grave in Italia è che ci sono parecchi giovani che si ubriacano e guidano come fosse normale, per infrangere le regole, perché pensano di divertirsi eccetera. Conosco uno che dopo aver bevuto ed aver assunto delle anfetamine, non sentiva l’alcool e ad un posto di blocco non si è accorto dei gendarmi. In paese si conoscono tutti, sia gendarmi che ragazzi, sopratutto dopo che ne combini qualcuna: in auto c’era la sua ragazza come passeggero, la quale gli dice dell’alt. Risultato: si ferma un 200 metri dopo. L’appuntato lo insegue e gli fa sdrammatizzando: ha fretta? Risposta dell’alterato (dall’alcool e dalle anfetamine): io no. Voi? Con relativi controlli compliti a seguire. Io sarei per alzare il limite di tasso alcolico ma pure per la confisca del mezzo. Solo che non governo io. Le due misure insieme permettono sia di bere durante il pasto il bicchiere o due, ma pure di fermarsi lì. Capisco che non su tutti bere un litro di vino dia lo stesso effetto ma se si comincia a fare eccezioni, tutti sono in grado di banfare l’appartenenza all’eccezione. E ne avrei ancora da scrivere, per esempio quella volta che in cinque in auto con il guidatore non astemio, ogni due curve faceva al passeggero davanti l’elenco dei morti sulle varie curve (W le scorciatoie in mezzo alle campagne). Secondo me l’alternativa sarebbe chiudere le strade e mettere il navigatore automatico ad ogni auto. La tecnologia c’è. Purtroppo so pure per certo che il problema sono le assicurazioni. Buon lavoro! ;-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: