Le case dei politici comprate a prezzi di saldo

agosto 31, 2007

Segnalo l’inchiesta de L’Espresso di questa settimana dal titolo “Casa Nostra” e che riguarda le case dei politici comprate a indecenti prezzi di favore.

L’inchiesta denuncia i prezzi bassissimi
praticati a molti personaggi che hanno vissuto in affitto a costi da «equo canone» in appartamenti di proprietà di enti pubblici, quasi sempre grandi metrature o persino attici, e poi hanno avuto l’opportunità di acquistare a prezzi molto al di sotto di quelli di mercato.

L’elenco conta 19 nomi. Tra questi il candidato del Pd e sindaco di Roma Walter Veltroni, la cui signora, Flavia Prisco, nel 2005 ha comprato un appartamento in un palazzo di via Velletri in centro, 190 mq, posto auto e cantina, per 377 mila euro. Secondo stime immobiliari il valore dell’appartamento era di 4900-6400 euro/m2, ma la famiglia Veltroni l’ha “portato a casa” a meno di 2000 euro/m2. In quello stabile il padre di Veltroni, ex dirigente Rai, aveva avuto in affitto dall’Inpdai un alloggio dove la famiglia ha abitato.

Un comune mortale un appartamento da 190 m2 a 370 mila euro a Roma se lo sogna la notte, ma i politici abitano tutti in piazze d’armi, con il record dell’onorevole Ciriaco De Mita che ha un appartamento, un intero piano di un palazzo, di quasi 1000 m2!

Poi dicono che è l‘antipolitica

20 Responses to “Le case dei politici comprate a prezzi di saldo”

  1. frap1964 Says:

    Immobili che arrivano dalla liquidazione di enti inutili da parte dell’IGED. La relazione della Corte dei Conti chiarisce che alcuni sono stati ceduti a trattativa privata (in media a prezzi superiori a quelli ceduti tramite asta).

    Cinquant’anni di inutili, insopprimibili enti

    Ora più che mai: tutti a casa!! :D

  2. Alessio Says:

    forse un Km quadrato è un po’ forviante, possibile che un piano di un palazzo sia di un milione di metri quadri? o forse si intendevano 1000 metri quadri?

  3. aghost Says:

    si alessio, 1000 m2 :)

  4. iperio Says:

    ciao innanzitutto volevo dirti che sei uno dei miei blogger preferiti, come puoi leggere qui: http://imagoromae.blogosfere.it/2007/08/blog-day-2007.html
    tranquillo non è una dichiarazione d’amore, sono sposato, ho due figli, e mi piacciono le femmine…
    eh eh
    ma i tuoi contenuti sono veramente ottimi (del blog intendo, niente equivoki!!! :P)

  5. iperio Says:

    poi volevo commentare…
    le case di cui si parla facevano parte del patrimonio immobiliare dello Stato italiano gestito attraverso ottimi Enti non certo inutili ma anzi con grandissimi attivi (le case erano in affitto, e rendevano enormemente) quali l’Inpdap allora se non erro Istituti di previdenza.
    ma i nostri geni politici un giorno captarono insieme ad altre magiche parole quali flessibilità, efficenza, mercato, la parola privatizzare, e pensarono di usare in modo improprio questo termine vendendo a PRIVATI tale patrimonio.
    lo stato fece cassa, i privati comprarono facendo ottimi affari, non solo gli onorevoli ma anche tanta gente normale.
    tra l’altro molte case andarono a gente che comprò in un secondo momento all’asta i lotti invenduti o con inquilini che non vollero o poterono comprare…
    bell’affare no?
    purtroppo questa non è che un semplice esempio di strumentalizzazione da parte di privati, politici ma non solo, di ottime intenzioni e principi generali giusti.
    come quello di combattere la diffusa illegalità partendo dal basso: invece che stangare le ruberie immense dei politici si reprimano lavavetri e barboni, writers e posteggiatori abusivi…
    è quella la vera merda dell’italia…
    le mafie, le cosche, le lobby, le loggie, lasciamole perdere, tanto sono insite nell’essere italiani!

  6. frap1964 Says:

    @iperio
    L’ Inpdap è tuttora vivo e vegeto (purtroppo…)

  7. aghost Says:

    iperio grazie troppo buono :)

  8. Liuk Says:

    Alla fine c’è pure la doppia incul…ra:
    Non solo con tutti i soldi che hanno, pagano gli immobili molto meno del normale; ma naturalmente questo avviene con palazzi dello Stato, quindi soldi nostri.
    E poi dicono che gli stanno a cuore i cittadini.
    Più che a cuore, è facile che gli stanno un po’ più giù (zona portafogli).

  9. aghost Says:

    liuk questa è l’ennesima dimostrazione, se mai ce n’era bisogno, che la nostra classe politica è ormai una casta, un’indecente oligarchia che vive alle spalle dei cittadini.

  10. babilonia Says:

    beh, visto che ho lo sfratto mi rivolgerò a loro se me ne vendono una, ma allo stesso prezzo che l’hanno pagata loro.
    Rientra ormai tutto nella quotidiana normalità. Il brutto è che continuiamo ad incazzarci oggi e a votarli domani

  11. Malù Says:

    Sono una campana che suona fuori dal coro.
    Ho alcuni amici che abitano in case che appartenevano ai famosi Enti di cui si parla che si sono comperati gli appartamenti in cui vivevano in affitto (affitti stracciati) a prezzi stracciati tal e quale come Veltroni e C.
    Io per comprarmi casa ho dovuto fare un mutuo che mi ha portato via per 10 anni quasi tutto il mio stipendio.

    Non mi scandalizza chi approfitta di una legge per spendere meno, ma chi quella legge l’ha fatta per poi portarci quasi a livello dell’Argentina con le sue finanziarie creative. Credo che si capisca di chi voglio parlare, no?

  12. il Lopippo Says:

    è uno dei comportamenti tipici dei nostri parlamentari, riempirsi di privilegi e farli assaggiare anche a chi gli sta intorno (vedi stipendi del personale delle camere), in questo modo si fanno una schiera di persone favorevoli a tali provvedimenti

  13. Kijio Says:

    @ babilonia
    non vale per tutti pero’ ;) il problema e’ che sono una minoranza … gli appecoronamenti vincono sempre sulle persone che cercano di essere indipendenti con la loro testa (e che prendono immancabilmente degli “irrimediabili cretini antipolitici”).


  14. Che palle sti politici barbosi e statalisti e i loro enti grigi e da italietta che fu.

    Cento volte meglio il coloratissimo Berlusconi e la sua fantasia corsara: lui l’appartamentino di Arcore l’ha comprato, nei ’70, per un tozzo di pane dalla contessina Annamaria Casati-Stampa, all’epoca poco più di una bimba. Rimasta orfana nel 1970, essendo minorenne la contessina doveva amministrare i suoi beni grazie a un pro-tutore.

    Il tutore era l’avvocato Cesare Previti (a me l’immagine di una contessina tutoreggiata da Previti evoca immagini da Fratelli Grimm).

    Finale capolavoro: “per giunta la villa non viene pagata in denaro frusciante, ma in azioni di alcune società immobiliari non quotate in borsa, così che, quando la ragazza si trasferisce in Brasile e cerca di monetizzare i titoli, si ritrova con una carrettata di carta. A quel punto, Previti e Berlusconi offrono di ricomprare le azioni, ma alla metà del prezzo inizialmente pattuito”.

    http://www.sgmontopoli.it/varie/berlu/g5.html

  15. aghost Says:

    le case a prezzi di favore (affittopoli) fu l’oggetto dell’inchiesta di Libero di 11 anni fa. Ora il caso viene ripreso da l’Espresso come “svendopoli”. Ma è sempre la stessa sbobba: la casta continua a godere di privilegi a dir poco indecenti

  16. il Lopippo Says:

    è interessante notare che nel post a riguardo sul blog di mastella non c’è nessun commento, mentre di commenti rivolti direttamente a mastella ce ne sono sul blog di gentiloni e nei commenti alla notizia di un quotidiano (e forse anche altri)


  17. se la notizia e’ vera e’ uno scandalo

  18. Luca Rosso Says:

    Io avrei fatto le stesse vendite ma con un tetto massimo di metri quadri per persona. In ogni caso abbiamo le pezze al culo e i politici non ci hanno proprio pensato. Fra l’altro se abbiamo le pezze è anche perché le case che loro hanno comprato in svendita le abbiamo pagate pure noi con i nostri versamenti a loro che hanno amministrato male e la conseguenza è stata che per far cassa e semplificare anche la gestione hanno svenduto. Il problema è che l’hanno fatto a loro stessi.

    Buon lavoro ;-)

  19. michele Says:

    Una vergogna, non gli basta lo stipendio da nababbi che prendono!!! E poi si lamentano dell’antipolitica, quando sono loro a causarla.
    Date un’occhiata, cercando informazioni sull’argomento ho beccato un paio di video interessanti.
    Case da sogno ai Politici e dopo le poltrone d’oro e gli stipendi d’oro, adesso anche le case d’oro a prezzo stracciato

  20. michele Says:

    Scusate, mi sono accorto che le parole in evidenza non aprono il link. Meglio scriverlo esplicitamente: http://tg.realesse.com/archivio-elenco-news-tg/CASE%20IN%20SVENDITA.413.html

    Date un’occhiata, sembra interessante.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: