La scorta

settembre 14, 2007

Il portavoce di Mastella ha replicato all’articolo de L’Espresso sul volo di Stato al Gran Premio di Monza:

“E’ necessario chiarire che per ragioni di sicurezza, che sono prioritarie, il ministro della Giustizia non può viaggiare come un libero cittadino, come peraltro non lo possono fare coloro che, correndo seri rischi, sono oggetto di tutela da parte dello Stato”.

Il portavoce ha stra-ragione: i politici non possono correre rischi, devono viaggiare con la scorta per ragioni di sicurezza. Infatti se Mastella s’azzardasse a girasse senza scorta, i cittadini lo menerebbero.

Powered by ScribeFire.

Annunci

11 Responses to “La scorta”

  1. il Lopippo Says:

    allora perché far rischiare la vita, in questa missione istituzionale potenzialmente mortale, anche al figlioletto?

  2. Stella Says:

    Che schifo….sempre peggio, sembra quasi una provocazione….


  3. Disfattisti. Guardate che i nostri politici sono bravissimi a fare economie sulle voci giuste:

    http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2007-sei/lettera-luca/lettera-luca.html


  4. Peccato che per le stesse ragioni di sicurezza il PRIMO MINISTRO inglese, il Presidente Francese e la Regina Inglese (non meri mininistri della giustizia) viaggino con voli di linea!!!!!!!!

  5. aghost Says:

    questa storia della sicurezza deve finire. Ma vi pare possibile che in nessun altro paese al mondo ci siano gli stessi problemi di sicurezza che in Italia? Con una proliferazione indecente di scorte, auto blu e sprechi colossali?

    I politici non hanno paura del terrorismo ma della gente: se dovessero viaggiare sui normali mezzi pubblici sarebbero presi a male a parole, o a sassate


  6. Mi piacerebbe sapere se anche nei paesi scandinavi accade la stessa cosa, nella stessa misura.
    Ho l’impressione che questo non accade

    http://eugeniomarino.blogspot.com/2007_03_11_archive.html

  7. il Lopippo Says:

    fanno molto prima a rendere sicure le loro vite che non quelle degli italiani

  8. Luca Rosso Says:

    Vi chiedo una cosa visto che io non vado forte in storia. Tutti questi problemi di sicurezza sono sorti dopo i vari problemi terroristici o ci sono sempre stati? Il terrorismo in primi non lo fanno i giornalisti e i politici stessi? Certi tentativi di colpi di stato o di infiltrazione al vertice non viene dai politici stessi o loro affiliati massoni e o mafiosi? Purtroppo non sono molto documentato ma magari qualcuno ha dei ricordi migliori dei miei

  9. aghost Says:

    si luca, la mania delle scorte è nata col terrorismo br. Ma negli altri paesi non è cosi: anche in spagna hanno il terrosimo, anche in francia, anche in germania. Ma solo da noi avere la scorta è diventato uno status symbol.

  10. polis Says:

    Vi segnalo “Polis” il blog sulla politica all’indirizzo http://www.polisfs.blogspot.com
    Se volete sono lieto e disponibile a fare uno scambio dei link.
    Francesco da Polis

  11. christian Says:

    Che se ne stia a casa allora, a scrivere sul blog! :D


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: