La terra trema

settembre 19, 2007

Dal giorno del “V-Day” si continua a parlare del movimento di Grillo. I media mainstream, che fino ad allora avevano ignorato o minimizzato l’evento, sembrano essersi finalmente accorti che esiste nella società italiana questo movimento tellurico, per ora poco rumoroso ma che rischia di erompere con conseguenze imprevedibili, come la lava che scorre sotto le rocce ed improvvisamente esplode.

Grillo e il suo seguito sono ormai l’argomento del giorno
: sulla rete ma anche nei dibattiti televisivi, sui giornali, in tv. Il premier addirittura è costretto a replicare al “guitto”, a prendere posizione, a controbattere. Certo è abbastanza grottesco vedere un presidente del Consiglio e dei ministri che ribattono ad un comico.

I giornalisti, per quanto anche loro parte della “Casta”, forse hanno antenne più sensibili dei politici ed hanno iniziato a fiutare il pericolo. Grillo fa paura.

Radio24, la radio della Confindustria, ne ha dato conto quasi ogni giorno nei suoi programmi: da Viva Voce di Milan a Melog di Nicoletti, a La Zanzara di Cruciani. Ovunque possano intervenire, i cittadini chiamano, telefonano, protestano, lanciano invettive, contro i politici e contro chi li difende. La sensazione è che questa insofferenza verso la partitocrazia sia arrivata al limite, che basti una scintilla per far divampare l’incendio.

La terra trema sotto i piedi della Casta.

Powered by ScribeFire.

Annunci

6 Responses to “La terra trema”


  1. Io non mi illuderei troppo…

  2. aghost Says:

    infatti no, s’è visto anche con tangentopoli, in un certo periodo se Dipietro si fosse presentato alle elezioni avrebbe avuto il 90% dei consensi.

    Ora è ridotto, dopo adeguata campagna di pelo e contropelo, a malapena al 4%.

    Però chissà: quando la corda usurata si tira si tira e si tira, poi accade che si rompe di colpo

  3. Liuk Says:

    Grillo l’ha detto “il prossimo V-Day è per i giornalisti”. Inizialmente hanno provato a far passar l’evento in sordina, ma poi si sono resi conto che il movimento non era così ristretto e ora provano un po’ a cercare il consenso dei V-daysti!
    Ma ormai anche loro sono diventati poco credibili e chi è si è nformato del v-day l’ha fatto spesso attreverso siti “alternativi” e quindi ha preso una coscienza ben precisa, che non svanirà certo con qualche contentino.


  4. Niente contro i giornalisti, ma non capisco come mai nessuno si sia chiesto di come verranno accertati i requisiti chiesti da Grillo per poter avere il bollino blu. E nessuno si sia accorto che nelle elezioni amministrative esiste già una legge che preclude la candidatura ai pregiudicati

  5. frap1964 Says:

    Tutti pronti per il coro unanime di riprovazione circa la lettera minatoria a Visco (notizia Ansa) e relativo bla bla bla sugli effetti dell’antipolitica, ecc. ecc. ecc.? E nel frattempo… richiesta di archiviazione per il caso Speciale.

  6. Luca Rosso Says:

    Non credo ci sarà un grande terremoto o ribellione. Mal che vada riusciamo davvero a mandarli a casa per non dire a quel paese :-D

    Pacificamente.
    Come i migliori strateghi, senza muovere un dito.

    Dite che io sia un idealista? ;-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: