Bill Gates vuole te!

ottobre 2, 2007

Quando pensate a dove immagazzinare i vostri dati, pensate a Windows Live” ha detto Bill Gates presentando il nuovo sistema di servizi “web-based” di Microsoft.

Insomma torna l’idea pellegrina di trasformare l’utente in un terminale nudo, con un pc ridotto all’osso col solo sistema operativo o quasi: e con tutti i servizi ed i programmi residenti sul server di Gates o di qualche altra mega azienda tipo Google (che già lo fa con la posta Gmail). Magari “gratis” all’inizio, ma un domani chissà.

E’ un’idea che a me pare letteralmente nefasta: dopo il monopolio dei sistemi operativi, avremo le aziende che controllano tutto quello che producono gli utenti?  E’ una follia: saremmo tutti alla mercé di un grande fratello che può controllare tutto, che può chiudere i cassetti dei nostri file quando gli pare, e che magari permetterà al governo di frugarci dentro con la scusa del terrorismo, o per ragioni fiscali, o semplicemente per “profilarci” meglio.

Powered by ScribeFire.

Annunci

8 Responses to “Bill Gates vuole te!”

  1. Ferd Says:

    Però, se Coppola l’avesse saputo… :-D

  2. lopippo Says:

    e generando un enorme traffico di dati a volte inutile
    con buona pace dei digital divisi :D

  3. francesco Says:

    Sottoscrivo in pieno. D’accordo sul pericolo. Accade molto spesso con le banche dati dei movimenti bancari, vedi il caso della SWIFT che dopo anni di spiate con l’accusa della (finta) lotta al terronismo e alla faccia dei nostri garanti pizza e fichi spia i movimenti di denaro. Vedi anche il codice IBAN che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2008 per tutti i trasferimenti di denaro tramite bonifico.
    La virtualizzazione del denaro è un pericolo per la società!

  4. christian Says:

    Come se l’avesse inventata lui una possibilita’ del genere… Come al solito!

  5. aghost Says:

    lui no ma col monopolio mondiale dei sistemi operativi è senz’altro è il piu pericoloso

  6. Kijio Says:

    ti straquoto aghost … io che non amo manco il wireless perche’ mi fa senso pensare che qualcuno possa inavvertitamente intercettare la mia connessione … figuriamoci se metto in pubblico i miei cavoli .. anzi .. di piu’ a disposizione di un simpaticone come ziobill ..
    linux in locale roxa! ;)


  7. […] il nostro computer, ai server delle grandi multinazionali, si sviluppa il trasferimento persino dei nostri dati su quegli stessi […]


  8. Coraggio allora, tutti i pornazzi a zio Bill


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: