Pubblicità Regresso

ottobre 22, 2007

Ricordate le “pubblicità progresso“? Erano inutilissimi spot dagli alati intenti, come se qualcuno smettesse di fumare o di correre in macchina perché vede uno spot del governo. Figuriamoci.

Il sospetto, oserei dire la certezza, è che si tratti in realtà di finanziamenti pubblici mascherati. Lo si è ammesso del resto anche in occasione della recente e ridicola campagna contro i pericoli della guida, dove i nostri politici, ciascuno col suo bislacco pretesto, ci ammoniva sui rischi mortali dell’alta velocità. Campagna costata zero, si disse, salvo l’acquisto degli spazi sulle radio. Ecchellà.

Ora ne è uscita un’altra, di campagna, non meno ridicola della precedente: la campagna in favore della lettura. L’ho sentita oggi per la prima volta su Radio24: c’è un tizio che parla tutto sgrammaticato e si vanta di non leggere nessun libro. Ora io dico: ma c’è qualcuno sano di mente in questo paese che può pensare che uno spot simile possa in qualsiasi modo spingere qualcuno alla lettura? Non dovrebbe essere, piuttosto, la scuola a instillare eventualmente l’interesse per la lettura? Certo non la scuola pubblica sgangherata e senza fondi, ma tant’è. Quel che conta, anche in politica, è l’apparenza.

Anche in questo caso immagino che la campagna, ideata dagli scienziati della comunicazioni governativi, sia servita a foraggiare qualche radio amica. Sulle pagine del sito del governo apprendo dell’esistenza di altre illuminate campagne di comunicazione.

Tra le più recenti “La vita non é un optional“. E il buon senso al governo, è un optional oppure no? La campagna ha lo scopo -recita il comunicato stampa- di sensibilizzare i giovani italiani sulla sicurezza stradale, promuovendo la figura del “guidatore designato”, ovvero di chi si assume nel gruppo di amici la responsabilità della serata, evitando di bere alcool per poter guidare l’auto in sicurezza al rientro. La campagna  partirà con l’invio, durante i prossimi week end, grazie alla collaborazione dei gestori di telefonia mobile di diversi milioni di sms tematici sui cellulari dei giovani italiani tra i 18 e i 35 anni. La prima serie di invii raggiungerà oltre tre milioni e mezzo di giovani. (e la privacy?). Gli sms promozionali ricorderanno ai destinatari che “chi beve non guida, chi guida non beve”. Alè, ecco finanziati, con le tasse bellissime di Schioppa, anche gli amici gestori telefonici.

Ma ecco la demenza governativa cosa ha escogitato: “I ragazzi che avranno conservato il testo del messaggio sms e che, a seguito di un controllo da parte delle forze di Polizia, risulteranno con tasso alcolico pari a zero, saranno premiati con il diritto di partecipare all’estrazione di alcuni premi. Tra questi, i principali sono legati alla possibilità di assistere a grandi eventi sportivi. Saranno messi in palio, infatti: una cinquantina di biglietti per assistere alle prossime partite interne della nazionale di calcio…”

Ci rendiamo conto?

Powered by ScribeFire.

Annunci

12 Responses to “Pubblicità Regresso”

  1. stargazer Says:

    A quando “l’onestà non è un optional” con testimonial del calibro di Mastella e Previti?


  2. Immagino già le code di giovani astemi vogliosi di soffiare nell´etilometro

  3. frap1964 Says:

    Ma sei sicuro che sia una campagna governativa?
    Ho googlato un po’ e non ne trovo traccia. Ma esattamente che dice?

    Non è che per caso è questa roba qui?

    http://www.radio24.ilsole24ore.com/primo-piano/articolo_mktg_ibs.php

    La campagna sul guidatore designato dovrebbe essere partita da un paio di mesi. Io me lo vedo il 35enne che riceve un sms del genere… Che fanno, selezionano i soli 35enni bamboccioni o a tabula rasa su tutti?

    Molto molto educativo e intelligente poi il discorsetto “se fai il bravo ti diamo un premio” a persone che lo stato considera MAGGIORENNI.
    Bamboccioni, tutti fuori di casa… che se fate i bravi sulla strada c’è Brodi che vi premia !! :)))

  4. frap1964 Says:

    Comunque tra le campagne utilissime e tempestive questa , secondo me, rimane tutt’ora insuperata:

    “Loro non sbagliano mai”

  5. aghost Says:

    si frap sicuro, sentita oggi. Una cosa demenziale, sul sito del governo però ancora non c’è, forse si vergognano :D

  6. aghost Says:

    quella è la cosa piu vergognosa, l’estrazione del biglietto per la partita se fai il bravo, ci considerano degli scimpanzè.

    Ma poi non ho capito i milioni di sms: a chi li spediscono? E come si permettono? E la privacy? Perché devono scassarmi le palle con gli sms governativi di non bere? Ma è roba da pazzi, tra un po’ mi manderanno gli sms per ricordami di mettere il preservativo o di indossare la maglia di lana che arriva il freddo.

    E i gestori cosa ci guadagnano? robbadamatti

  7. aghost Says:

    frap c’è uno che registra uno spot e dice tutto sgrammaticato “se io leggerei (letterale) perderei tempo, io non leggo chi me lo fa fare, io sto benissimo cosi…” e via altre cretinate con errori grossolani fino al finale “la dobbiamo rifarla?”, la voce dalla regia gli dice “no va bene” :(

    Roba da denunciarli, questi cretini

  8. frap1964 Says:

    E tu fai come il Rutello, no? :)
    A proposito… questa è l’ultima (ormai c’è da aspettarsi di tutto)

    italia.it: l’Avvocatura dello Stato ipotizza danno erariale

    Cioè… ma ogni giorno ne salta fuori una diversa, io non ci posso proprio credere, ma finirà prima o poi? :)))

  9. MFP Says:

    SHHHHHHHH, Aghost… cancella questo post, presto!

    Ci vuole un genio del male per ordire cotal perversione ma… io VOGLIO quel messaggio e sogno di vincere un premio in quell’estrazione. Sarebbe perfino più bello della mia bolletta Telecom “non c’è niente da pagare”. Se li sputtani poi non li fanno più!

    Se mi arriva l’sms quelli di Tim li scortico con la carta abrasiva (ie: piano piano). Sono già stati sanzionati dal Garante Privacy… il mio numero è blindato… se lo usano si fanno male; e il regalino nell’estrazione finale sarebbe la ciliegina sulla torta… ti giuro, è la prima volta in vita mia che desidero partecipare ad un concorso a premi. Tu figurati la scena: io che dopo aver fatto la ronda con la macchina cercando un posto di blocco, con un sorriso a 52 denti (ho pure i dentini da latte da parte) mostro il messaggino ad un agente di polizia per essere iscritto ad un registro degli abilitati a vincere… miiiii… che darei. Se mi ci trovo questa marachella la faccio con la telecamera e la mettiamo in rete… così non rido da solo.

  10. aghost Says:

    frap aveva ragione Longanesi: la situazione è grave ma non seria

  11. arwenh Says:

    le campagne per i giovani sono inutili. bisognerebbe fare piu’ campagne informative a scuola. una volta c’era “educazione civica”: adesso non si fa mai, gia’ ai miei tempi al liceo era stata abolita a favore di storia (l’insegnante era la stessa), per completare il lungo programma di storia.

    a educazione civica bisognerebbe fare: educazione sessuale, parlando di prevenzione, malattie ecc. fare educazione civica seria, insegnando il rispetto per le persone, per l’ambiente, educazione stradale, norme di sicurezza anti-incendio, minimo pronto soccorso, insomma… quelle cose che dovrebbero insegnare anche a casa i genitori. pero’ se lo fa la scuola per tutti, forse si instaura un meccanismo diverso…

  12. S.B. Says:

    Ma c’è qualcosa che si salva in questo paese ?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: