Io gestore, tu Cita…

novembre 11, 2007

Tutto prende il via da un interessante post di Fracesco Minciotti sul nuovo telefono “Skypephone” e sul solito casino dell’offerta incomprensibile del gestore 3.

Fingendosi un rivenditore, Minciotti telefona all’assistenza commerciale di 3 ricevendo risposte piuttosto imbarazzanti, dalle quali traspare chiaramente quali siano le “strategie” dei gestori per ciulare acquisire clienti.

Il post, a torto o a ragione, fa rapidamente il giro della blogosfera. Le reazioni sono negative e i commenti, per capirci, sono del tipo “i soliti gestori ladri“. Ecco come un blogger può potenzialmente rovinare l’immagine di una nuova iniziativa commerciale di un’azienda importante. Interviene Massimo Cavazzini, dipendente di 3 (lo precisa lui stesso, correttamente) ma anche blogger, che ovviamente prende le difese dell’azienda lanciandosi in una lunga disamina dell’offerta, cercando di spiegarne meglio i dettagli.

A me non interessa qui disquisire i dettagli dell’offerta 3 che è, manco a dirlo, il solito puttanaio, ma evidenziare la sostanza del problema, e cioè l’atteggiamento dei gestori che considerano gli utenti dei minus habens, dei ritardati mentali che “si ostinano a non capire” le meravigliose offerte del gestore. Cavazzini stesso, ormai inglobato nell’azienda, tradisce la mentalità tipica da gestore telefonico alle prese con l’utente bue. Ecco alcune frasi illuminanti:

“Come spiega Alex e come molti continuano a non voler capire”“La mancanza sul Negozio3 dell’offerta a 99 euro ha fatto partire per la tangente (e sbagliare) parecchie persone”

“Ho la conferma che non c’è una comprensione a 360 gradi dell’offerta”

“Credo sia impensabile che oggi esista ancora un solo consumatore uno che ritenga di aver diritto a prodotti e servizi gratis”

“Le condizioni dell’offerta ci sono, e sono tutte in 15-20 righe”

“Non posso pensare che persone intelligenti facciano finta di ignorare che un contratto non può essere scritto a corpo 12”

Insomma è colpa nostra: siamo noi utenti cretini a non capire. Cavazzini non viene minimamente sfiorato dal dubbio che se tanta gente non capisce i termini dell’offerta, la colpa non è degli utenti ma del gestore.

Anzi di tutti i gestori, nessuno eslcuso: dopo aver sputtanato il mercato coi loro piani tariffari cervellotici in cui era impossibile capire quanto si spendeva veramente, e soprattutto fare confronti tra un piano tariffario di un gestore e di un altro, ora si lamentano se la gente diffida delle furberie del marketing e non capisce.

Ma cosa dovrebbe capire? In realtà una cosa, dopo anni di fregature, l’ha capita benissimo: dei gestori telefonici non bisogna mai fidarsi, per nessuna ragione.

Powered by ScribeFire.

15 Responses to “Io gestore, tu Cita…”

  1. Uyulala Says:

    Purtroppo è un modo di pensare diffuso a molte categorie professionali. Praticamente tutte quelle che sono a contatto con il pubblico. Mi vine in mente il discorso degli insegnanti: se UNO studente prende un votaccio è chiaro che la responsabilità è dello studente, ma se in una classe e solo in una materia TUTTI gli studenti prendono votacci?

    La telefonia, così come le assicurazioni, i contratti bancari ecc., hanno un linguaggio complesso e ambiguo. E che non mi vengano a dire che non è possibile spiegarsi con parole semplici: da medico io lo faccio e mi riesce benissimo anche con chi ha la 2° elementare

  2. aghost Says:

    racconto un piccolo aneddoto:

    ingresso lavoratorio esami ASL. La gente entra dal portone d’ingresso e, non vedendo indicazioni dei vari reparti, chiede al portinaio che, con aria beffarda e senza proferire verbo, indica col dito il cartello sopra la testa del visitatore.

    La scena si ripeteva in pratica con quasi tutti quelli che entravano, il portinaio sempre con l’aria beffarda indicava il cartello.

    Insomma nessuno ha preso in considerazione l’idea che, se la gente non vedeva il cartello, il cartello era messo nel posto sbagliato. Difatti, ritornato dopo 1 settimana per rititare i referti, ho assistito all’identica scenetta che si ripeteva ogni volta che entrava qualcuno :)


  3. Ma se parlassero chiaro la gente capirebbe e col cavolo che venderebbero.
    vedi quegli investimenti tipo 4you

    http://investire.aduc.it/php/mostra.php?id=65212#d1

    Se gli avessero spiegato veramente cosa stavano sottoscrivendo dubito che tante persone ci sarebbero cascate.

    Vedi la questione trattata da Report dei derivati proposti dalle banche alle amministrazioni pubbliche.

    Vedi i prodotti assicurativi dove ti promettono rendimenti meravigliosi ed alla scadenza ti ritrovi sì e no quello che hai versato, se ti va bene, altrimenti ci rimetti pure.

    E’ tutta una cortina fumogena, non c’è uno che si comporta onestamente.

    Poi certo Ania, Abi e compagnia cantando vanno in televisione a dire che i loro associati (meglio adepti)
    si comportano bene, rispettano le leggi, sono trasparenti, che il cliente è importante.

  4. dappertutto Says:

    Sei grande, Aghost!


  5. […] Leggete anche questo bellissimo post di Aghost. Posted by dappertutto Filed in Links e links, Notizie Tags: 3, contratto, […]

  6. aghost Says:

    si Sbronzo di riace, tutti ciucciano come sanguisughe, la scorrettezza nei confronti del cliente non è più l’eccezione ma la regola.

  7. lopippo Says:

    magari se fossero disponibili i contratti tanto quanto le brochure pubblicitarie si capirebbe qualcosa di più

  8. Liuk Says:

    Non so se Cavazzini ha letto o meno il post sul blog silenzi.com che hai segnalato. Sarebbe strano visto che è quello che ha suscitato più scalpore sulla faccenda. Serebbe stato anche utile se l’avesse letto e magari avesse risposto a qualche seria questione e non avesso solo scritto per dire che gli utenti sono “cita” e che devono leggere bene. Sarebbe stato utile avesse risposto al fatto che dopo un anno dal contratto non si conoscono le tariffe applicate o che 10 ore sono un po’ poche, considerando che si intende di UMTS sempre attivo e non di conversazione.
    Ma forse è scritto anche quello, solo che gli utenti devono essere più attenti ed entrare al negozio 3 con la lente d’ingrandimento ;)

  9. aghost Says:

    liuk, altroché se l’ha letto! :))

  10. stargazer Says:

    Io sono ingenuo e per questo penso che un gestore telefonico dovrebbe fornire esclusivamente due tipi di servizio, voce e dati, con relative tariffe. Poi come uso questi servizi (Skype, Jabber, telefonate, SMS) dovrebbe essere affar mio.

    Nel momento in cui, invece, mi contano i minuti che passo su Skype, i messaggi di testo inviati o mi fanno pagare 6 euro al MB per scaricare le email ho la netta sensazione che mi stiano facendo ripagare qualcosa che in realtà ho già pagato e sulla quale i loro margini di guadagno si aggirano attorno al 99.9% (col 9 periodico).

  11. Luca Rosso Says:

    Le cose sembrano diverse da come si prospettava… leggete il secondo articolo su silenzi.com. Chiarisce vari aspetti ma ormai non mi fido più. Non ho capito se conviene spendere 99 euro per il cell e che piano tariffario ho e per quanto tempo. A me interessa ricaricabile e nessun tipo di vincolo. Voi invece avete capito più di me? Buon lavoro! ;-)


  12. Aghost, peccato che dimentichi di dire (dimenticanza o malafede? :-P) che io il mio post skypephone l’ho scritto giorni fa, non ieri.

    E, come ho detto più volte, possiamo discuitere se sia un buon prodotto o meno, se l’offerta sia chiara o meno, se… però bisogna partire da informazioni veritiere e non farlocche.

    Prima ti informi, poi scrivi: almeno, a me quando ero in redazione hanno insegnato così. Sempre verificare le fonti (che poi chissà con chi ha parlato davvero… scava e scava e vedrai che nemmeno Minciotti lo sa dire).

    E infatti torna con un secondo post che annulla al 99% quanto ha scritto di getto, lasciando aperte solo questioni opinabili (e su questo niente da dire: è la discussione se l’offerta sia appetibile o meno, ben vengano queste discussioni).

    ps: non sono gli utenti cretini a non capire, c’è una parte di utenti che non ha voglia di informarsi. Qualcuno crede ancora che il WiFi sia gratis, am su questo ho detto la mia da tempo e non ci torno qua :-)

  13. aghost Says:

    massimo hai perfettamente ragione. Il post lo hai scritto prima di quello di miciotti, cosa di cui francamente non mi ero accorto :). Ho comunque messo il link diretto al tuo post quindi chiunque ha potuto vedere la data in cui era scritto.

    Comuqnue mi pare che non cambia assolutamente la sostanza del mio ragionamento. Se hai letto i miei interventi, non sono mai entrato entro nel merito dell’offerta di 3. Quello che a me interessava era mettere in evidenza il casino tariffario allucinante di tutti i gestori, nessuno escluso.

    Grazie per la precisazione!


  14. […] post di silenzi.com sulle mirabolanti offerte di 3 e sul casino allucinante di piani tariffari in cui nessuno ormai ci capisce più […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: