Il forum del Corriere ha il singhiozzo

dicembre 2, 2007

Da un po’ di tempo il forum di Anna Bartolini sul Corriere sembra avere grossi problemi. Nonostante le lamentele dei lettori, il forum non viene aggiornato con regolarità e sembra avere degli intoppi durante i quali si “intasa” e rimane per diversi giorni coi messaggi vecchi on line.

Una dimostrazione di scarsa efficienza da parte del Corriere che stupisce, ed è la stessa Bartolini a farne le spese, rimbrottata ruvidamente da una lettrice che si firma Luisa Corna:

Povero forum!! Sig.ra Bartolini pur ricevendo ogni giorno un sacco di messaggi negativi su come Lei gestisce questo forum, vedo che la cosa non migliora affatto. Anzi peggiora di giorno in giorno. Ad oggi, 30 novembre, il Suo forum è fermo da 3 giorni, a causa credo dei Suoi troppi impegni. Allora io Le chiedo questo: se non ce la fa a gestirlo correttamente come sono gestiti tutti gli altri forum del Corriere, perchè non lo molla a qualcun altro???????? Ci pensi, ci pensi…. Di sicuro noi forumisti non ci accorgeremmo della Sua mancanza, visto che manca sempre in ogni caso. Saluti a tutti. Luisa Corna

La risposta piccata di Anna Bartolini, che perde un po’ le staffe :)

La sua lettera e’ particolarmente cattiva ed ingiusta. Difficilmente salto un giorno per rispondere. Della parte tecnica non mi accollo alcuna resposabilita’ perche’ non e’ mia. Comunque il Corriere ha tanti forum dove spero che lei si inserisca e ne rimanga soddisfatta. Anna Bartolini

Powered by ScribeFire.

Annunci

6 Responses to “Il forum del Corriere ha il singhiozzo”

  1. frap1964 Says:

    Ho notato che il 25/11 risponde sul caso italia.it in merito al rifiuto opposto a D’Ambra. Così ho scritto anch’io affinchè spieghi il motivo per cui tutte le associazioni di consumatori, (Altroconsumo compresa), non hanno mosso un dito per avere dal governo i dovuti chiarimenti. Vediamo che dice…

  2. aghost Says:

    bene, tienici informati :)

  3. frap1964 Says:

    Anna Bartolini ha risposto… senza rispondere (sic!).
    Caro amico , le associazioni dei consuamtori si sono mosse eccome . Peccato che delle loro cose si prenda solo il lato polemico e non tutto. Le posso raccontare che la scorsa settimana abbiamo avuto in Italia Ralph Nader, il padre della Class action e c’è staot un convegno e riunioni importanti in cui si sono discussi temi di grande interesse per i consuamtori. Ebbene qualche quotidiano ha dato voce a Nader senza dire dov’era, perchè era venuto in Italia e quali azioni si stavano discutendo con il mondo consumerista. Non passa settimana che le associazioni non vengano ricevutwe in Parlamento per discutere di questo e di quello e fanno anche molte propsote, ma la stampa lo ingora. Se vuole conferma vada nei loro siti e controlli su quanto cse intervengono. Per esmepio il Codacons, una delle più vivaci è tutti i giorni sulle vicende di attualità e “legna” “legna forte”. Poche le cose che si portano a casa ma il dibattito continua e nessuno lascia . La bacchetta magica non ce l’ha nessuno e nell’attuale clima politico è molto difficile portare a casa risultati concreti per tutti. Questo ci lascia spesso sconsolati, ma la battaglia va avanti. Non prertendete l’impossibile. Guardiamo quante cose abbiamo portato in concreto a tutela dei cittadini consumatori ed utenti. Sul caso Generazione attiva, sono ragazzi che conosco bene e che seguo con amicizia ed attenzione.

  4. frap1964 Says:

    Poi rileggesse prima di rispondere… anche le risposte di altri sono piene di errori, sgrammaticature…
    Proprio un bel forum. Come mai lo segui?

  5. aghost Says:

    che io lo segua è una parola grossa, diciamo che ogni tanto ci butto un occhio per scorprie perle come il povero cristo al quale la tim ha ha addebitato 15.000 euro di navigate in cile :D

    Riguardo le ass. consumatori ce ne sono alcune che mi piacciono, altre molto meno. Trovo pessima ad esempio Codacons e il suo presidente Rienzi, che pur di farsi pubblicità trova tutti i pretesti, anche i piu assurdi e ridicoli. Mi piace Adusbef e Lannutti, e Aduc.

    Non mi è ancora chiaro per quale ragione le ass. consumatori in italia non contino nulla, immagino sia una questione di fondi (che non ci sono o sono pochi).

    Ma prima ancora è una questione di informazione. Mi chiedo perché, ad esempio, con tutti i soldi che buttano in quel cesso di digitale terrestre, non si dia un canale nazionale a loro, insomma un canale di servizi civico invece che trasmettere quizzoni le solite puttanate. Ma evidentemente conviene che il popolo bue rumini nella sua solita, crassa ignoranza :)

  6. frap1964 Says:

    Potrebbero cominciare con una net-tv…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: