Ecologi per finta

gennaio 4, 2008

Lettera ad Anna Bartolini sul forum del Corriere:

Siamo proprietari di due auto, vecchiotte a dire la verità, ma per nostra fortuna entrambe dotate di impianto GPL, che ci permette di essere ecologici, ambientalisti, accorti risparmiatori e di andare ovunque e dovunque tutti i giorni dell’anno nonostante i divieti. Due anni fa, per la gioia delle nostre sempre più tartassate tasche, la regione Lombardia decise di istituire l’iniziativa “Carta sconto metano/gpl”, tessera che se richiesta e pagata alla Regione, dava la possibilità di usufruire di uno sconto sul pieno di GPL. E fino a qui tutto bene…

Ieri ci è arrivata una lettera, a firma di Massimo Buscami (?) nella quale la Regione Lombardia informa che l’iniziativa (e cito testualmente) “…ha ottenuto alto gradimento e ha coinvolto oltre 70mila cittadini” ma che a far data dal 01 gennaio 2008 l’iniziativa verrà sospesa dato che la Regione “è impegnata in prima linea per favorire lo sviluppo di una mobilità sostenibile e realmente rispettosa dell’ambiente

Ho riletto la lettera più volte, ne ho fatto l’analisi grammatica e logica, ma di logica non ne ho trovata; ho solo visto l’ennesima presa in giro del cittadino dato che per essere ecologica la regione ha prima introdotto la tessera, e poi, per essere sempre ecologica la toglie.

Una lettera che fa rifletterte circa la reale volontà di combattere l’inquinamento e non, piuttosto, quella di continuare a succhiare soldi ai cittadini con gli espedienti più disparati, non ultimo gli incentivi alle rottamazioni sprecone.

Fino a poco tempo fa possedevo un’auto a metano (Honda Civic): facevo il pieno con circa 8 euro (!) coi quali percorrevo circa 250/300 km. Col metano insomma spendevo circa un terzo rispetto alla benzina. E allora dov’è il problema direte voi. Il problema è che non ci sono distributori. In tutto il Trentino, dove vivo, ci sono solo 3 distributori (Trento, Rovereto, Roncegno), nessuno nelle valli. Eppure il metano costa pochissimo, non inquina, l’impianto può essere montato su quasi tutte le auto, anche vecchie, con una spesa tuttosommato modesta. Ma neppure il ricchissimo governo dell’Autonomia Speciale, che spende e spande coi suoi 7000 milioni di euro di bilancio, muove un dito per sostenere l’autotrazione a metano o Gpl. Perché?

Morale: ho cambiato auto è ora ho una Honda Cv-R a benzina di 2000 cc di cilindrata, euro 3. Inquinavo meno prima o adesso? Una cosa è sicura, e forse questa è anche la risposta: ora pago molte più tasse allo Stato e alla Provincia, oltre ad un’assicurazione molto più salata. Ed ogni volta che faccio benzina il 75% del costo del “pieno” viene risucchiato dalle tasse. C’è qualcosa che mi sfugge?

Powered by ScribeFire.

Annunci

5 Responses to “Ecologi per finta”

  1. Stella Says:

    Da quest’anno dovrebbero esserci gli incentivi per chi installa il GPL… Poi che succederà, aumenteranno pure il gas per le auto?


  2. Aghost, scusa ma perché continuiamo a fare domande RETORICHE?

    È evidente che dell’inquinamento FREGA NULLA. La rottamazione serve ad Agnelli. Le pompe di metano non le mettono perché altrimenti sai che succede?

    1) tutti si fanno l’impianto a metano
    2) siccome possono circolare senza divieti NON COMPRANO AUTO EURO COMPATIBILI NUOVE
    3) La FIAT chiude

    Semplice. È lo stesso problema della Telecom con le truffe, le bollette, il digital divide, i rifiuti della Campania e via dicendo.
    Basta fare domande retoriche. È evidente che non si vuole cambiare una virgola in questo Paese di m…
    (scusate lo sfogo)

  3. aghost Says:

    maurizio hai ragione, ma forse è bene continuare a farsele, certe domande… altrimenti finisce che si fa il callo a tutto :(


  4. A Bolzano qualche distributore in più, le auto a metano non pagano il bollo, ma quasi nessuno le compra. A volte la stupidità collettiva ha anche qualche responsabilità


  5. Io sto iniziando a passare dalla fase delle domande a quella dell’azione. In piccolo, moooolto moooolto piccolo, ma qualcosa la sto facendo.

    Oscar, “qualche distributore in più” cosa vuol dire?
    No, perché se comunque sono pochi la voglia passa…
    Roma non è un paesello, però ti serve la piantina ad hoc per trovare un distributore a metano. E si tratta di fare Km…
    No, io dico che per legge, i distributori dovrebbero essere convertiti a metano (a spese delle compagnie petrolifere, ovviamente).
    Vedi se poi non cambiano le cose.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: