Casini beccato a Cortina mentre usava lo skipass della figlia

gennaio 14, 2008

Una notizia che, se vera, ha dell’incredibile. Pierferdinando Casini sarebbe stato beccato a Cortina mentre usava lo skipass della figlia. Il leader dell’UDC sarebbe stato quindi multato di 30 euro, lo skipass ritirato.

Uso il condizionale perché della notizia non c’è traccia sulla stampa nazionale al momento in cui scrivo (ed è strano perché il fatto risalirebbe almeno a sabato scorso). La notizia è stata pubblicata per primo da Oscar Ferrari sul suo blog, che riporta un articolo de “Il Trentino” di domenica 13 febbraio (qui il pdf)

«Casini stava per salire sulla seggiovia», racconta Enrico Ghezze del consorzio impiantistico “Superski Dolomiti”, «quando, sui monitor che segnalano al personale chi oltrepassa il cancelletto, è apparsa la foto di una ragazza, quando invece era evidentemente un uomo la persona che stava salendo sull’impianto. In più lo skipass era intestato ad una certa Benedetta Casini, che tutti quassù sappiamo essere la figlia dell’onorevole. Abbiamo quindi fermato il “sospetto”, e abbiamo subito visto di chi si trattava. Comunque Casini si è comportato in maniera assolutamente educata e collaborativa, dicendo che la figlia era ammalata e che quindi pensava di potere usare quello skipass.

Naturalmente ha dovuto comprare uno skipass pomeridiano e pagare la multa di 30 euro che applichiamo in questi casi».

Ricordo che usare uno skipass altrui è considerato un reato penale (truffa), ma Casini se la sarebbe cavata con una multa. La giustificazione di Casini appare ridicola: lui non avevo uno skipass suo? Se la notizia fosse confermata sarebbe interessante sapere, in percentuale, in quanti casi scatta la denuncia.

Powered by ScribeFire.

Annunci

19 Responses to “Casini beccato a Cortina mentre usava lo skipass della figlia”


  1. Aghost, questo è il file pdf dell´articolo
    http://oscarferrari.files.wordpress.com/2008/01/casini-skipass.pdf
    si apre con la password che ho indicato nella mia risposta al tuo secondo commento. Se riuscissi a salvarlo in modo da renderlo accessibile sarebbe gran cosa


  2. Giusto per puntiglio, il quotidiano non è il Trentino, ma l´Alto Adige, che comunque hanno pagine in comune tra cui probabilmente anche questa

  3. aghost Says:

    fatto!
    https://aghost.files.wordpress.com/2008/01/casini.pdf

    Ora vediamo se la blogosfera riesce a far saltar fuori sta cosa vergognosa. L’articolo non precisa quando è accaduto il fatto, indica un generico “durante le ultime festività”, ma quali??? E di una notizia simile che esce non subito ma dopo parecchi giorni, cosa si deve pensare?

    PS: ma l’Alto Adige esiste ancora? Non è stato sostituito da il Trentino?

  4. db Says:

    Ne parla anche l’Espresso, nel numero della scorsa settimana ;-)

  5. aghost Says:

    l’espresso? link? io non riesco a trovarlo…


  6. neanch´io ho trovato niente


  7. […] Il fatto è accaduto durante le ultime festività (non si precisa quali) eppure ne ha dato conto solo su una testata locale (L’Alto Adige). Sulla stampa nazionale zero, niente di niente. Sarò un ingenuo ma, se fossi un giornalista, dopo il grande successo del libro “La Casta” di Stella e Rizzo, questa mi sembrerebbe una notizia ghiottissima, da prima pagina. […]


  8. ah, ah, ah,
    poteva almeno dire che nella fretta aveva preso quello sbagliato.


  9. @aghost
    scusa l’ot ma come fai a decrittare i file pdf avrei bisogno di portarne uno in formato word per una domanda di concorso senza stare riscrivere tutto.
    ciao fabrizio

  10. aghost Says:

    be’, se il pdf in origine non è stato protetto dalla copia (e incolla) è facile: usi un software come “foxit reader” che ti permette di selezionare il testo da esportare altrove

  11. arwenh Says:

    poverino, in fondo lo skipass e’ caro…..
    eh si, poi lui prendera’ come tutti un misero stipendietto… eh si si


  12. […] Il fatto è accaduto durante le ultime festività (non si precisa quali) eppure ne ha dato conto solo su una testata locale (L’Alto Adige). Sulla stampa nazionale zero, niente di niente. Sarò un ingenuo ma, se fossi un giornalista, dopo il grande successo del libro “La Casta” di Stella e Rizzo, questa mi sembrerebbe una notizia ghiottissima, da prima pagina. Invece silenzio. […]


  13. […] regolamenti di certi politici italiani. Casini, sottolineerei ex Presidente della Camera, è stato “beccato” all’inizio di Gennaio a sciare sulle piste di Cortina utilizzando lo skipass della figlia e […]

  14. aghost Says:

    le iene che ho visto di sfuggita stasera, mi pare proponessero un servizio sullo skipass di casini a cortina… qualcuno lo ha visto?

  15. pataterno Says:

    I veri truffatori sono i gestori degl’impianti di risalita (rapinatori autorizzati)!!!
    E poi, uno skipass pagato è pagato!!! cosa importa chi lo utilizza???

  16. aghost Says:

    pataterno non è proprio cosi: per esempio chi ha lo skipass lo potrebbe passare ad un amico, ad esempio gettandoglielo dalla seggiovia poco dopo la partenza, in pratica con 1 skipass sciano in due

  17. Carpentari Michele Says:

    È un classico politico che pensa solo a fare i suoi guadagni dove è possibile. Se frega sullo skipass figuriamoci dove c’è più giro.

  18. carlo Says:

    poverino gli mancano i soldi………leggo ora commento sopra , hai ragione e guarda per colpa loro come siamo ridotti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: