Liberté, egalité, fraternité e satellité…

marzo 17, 2008

Leggo su Repubblica:

PARIGI – Cinque anni per recuperare il terreno perduto, cinque anni per passare dalla qualifica di asino a quella di primo della classe: la Francia è il paese europeo che offre al più gran numero di suoi cittadini l’accesso alla banda larga.

A fine 2007, il 98,3 per cento dei francesi (contro il 50% nel 2003) poteva chiedere un abbonamento Adsl; la sparuta pattuglia dei dimenticati sarà servita in primavera grazie al satellite. Una percentuale superiore a quella tedesca (93%), spagnola (90%) e italiana (60%).

Col satellite?

Annunci

2 Responses to “Liberté, egalité, fraternité e satellité…”

  1. Liuk Says:

    Da noi nemmeno col digitale terreste fanno andare i servizi della pubblica amministrazione che promettevano agli inizi.
    Ora il DTT serve solo per far spillare soldi coi nuovi abbonamenti per partite e film.

    E intanto il WiMax s’è perduto chissà dove.

  2. picchiatello Says:

    Liuk: digitale terrestre ? a me non funziona neanche il tanto reclamizzato tesserino sanitario con chip integrato, non e’ stato assimilato alla rete delle farmacie.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: