Hiroshima 6 agosto 1945

maggio 7, 2008

Repubblica ha messo on line “le foto dell’orrore” di Hiroshima, 10 foto inedite custodite per 60 anni nell’archivio Hoover, scattate da uno dei pochi che non morì all’istante per lo scoppio della bomba atomica degli “esportatori di democrazia” dell’epoca. Le immagini somigliano tremendamente a quelle dell’olocausto degli ebrei nei lager nazisti.

Annunci

18 Responses to “Hiroshima 6 agosto 1945”

  1. Certosin0 Says:

    Faccio una personalissima, e priva di secondi fini, analisi… la più fredda e distaccata possibile. L’occasione data dai “Nihonjin” con Pearl Harbour fu troppo ghiotta. Testare il prodotto del progetto Manhattan, in una situazione reale, fu lo zenith per i falchi d’allora. Quando gli si sarebbe presentata un’occasione del genere?

    Si potrebbe approfondire il discorso tirando in ballo l’azzardo, inutile, dei Giapponesi ma, in tutta onestà, la “mutua distruzione” (egemone durante il periodo della guerra fredda) era un concetto allora improponibile tra Giappone e Usa… nemmeno oggi a pensarci bene. Fu, senza remore, un’occasione d’oro.

  2. Certosin0 Says:

    Add:
    Che non mi si fraintenda, non sono a favore dell’uso della forza in nessun modo. Era solo un’osservazione

  3. aghost Says:

    occasione d’oro uccidere in un sol colpo migliaia di innocenti? Gli USA fanno schifo… e ancora più schifo fa la loro pretesa di essere l’autorità morale che governa il mondo..

  4. Certosin0 Says:

    Assolutamente d’accordo, il mio era un dettaglio, più o meno importante, che porto a quell’eccidio.


  5. È che la storia la scrivono i vincitori, e quindi Hiroshima ha salvato milioni di vite

  6. marinfaliero Says:

    E’ la prima volta che posso vedere gli effetti di una esplosione atomica.
    Fa pensare in modo differente

  7. picchiatello Says:

    Faccio solo presente che le due bombe atomiche furono solo il capitolo finale. I bombardamenti incendiari precursori degli ordigni atomici fecero ancora piu’ vittime tra i civili.

  8. Irish Coffee Says:

    di materiale come questo insabbiato per anni penso ce ne sia tanto
    ora non so cosa sia più giusto tra il diffonderlo
    o il lasciarlo dormire nei meandri di una storia
    da dimenticare
    o della quale far tesoro

  9. aghost Says:

    è sempre opportuno sapere… anche le verità sgradevoli

    Perché quando i tutori della moralità del mondo vengono a farci le paternali sulla democrazia, sappiamo che non hanno titolo per farcele, visto che, pure loro, hanno sul gobbo non solo le bombe atomiche ma il vero e ben più grave “peccato originale”, ovvero il genocidio degli indiani nativi…

    Che poi il paese più armato del mondo, e l’unico che ha usato le bombe atomiche sui civili, pretenda di decidere chi deve avere le atomiche e chi no, è grottesco e ridicolo…

  10. certosin0 Says:

    @picchiatello:
    Rimane però il discorso della mutua distruzione. Tradotto la guerra fino a quel momento poteva dichiararsi tranquillamente convenzionale, le perdite (che parolone politically correct…) fino a quel punto della guerra erano notevoli per entrambi gli schieramenti ma rimaneva pur sempre uno scontro convenzionale.
    Con l’utilizzo di little boy e fat man il conflitto si spostò su un altro piano, un nuovo modo di combattere , poco “comune”. Con questo volevo solo farti presente che forse, ribadisco il forse, le tue parole potevano essere fraintese e far apparire i Giapponesi come vittime in toto. Non dimentichiamo la Birmania (“Il ponte sul fiume Kwai” può ricordare qualcosa) o dall’occupazione di Corea nel ’27 (al tempo non separata dal 38° parallelo) e di una bella fetta di Cina nel ’37-’45 (Pechino e Nanchino e i dintorni di Shangai ecc. ecc. ecc. (qui una mappa: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/65/Japanese_Empire2.png).
    In molti di questi posti la “tortura” fu metodo ampiamente utilizzato.
    Nessuno contesta che l’utilizzo delle bombe fu una “merdata” (chiedo venia per il francesismo tecnico) ma i Nipponici non erano stinchi di santo. E, con forza, ribadisco il concetto che con queste parole non voglio in nessun modo giustificare i comportamenti di nessuno degli schieramenti.

    @aghost:
    più che il genocidio dei nativi direi, opinione personale, che si è trattato di conversione… “o sparisci o muori” .La mia è una battutaccia ovviamente. Comunque Pizarro e Cortés, a onor di cronaca, furono i primi macellatori.

  11. picchiatello Says:

    @Certosino
    Sai i tuoi ragionamenti sono validi ed e’ giusto ricordare anche quelle guerre e quelle violenze subite dalla popolazioni coreane e cinesi, ma il tuo post non fa che avvalorare quello di Aghost in precedenza. Cioe’ gli Usa si sono mossi quando c’erano in atto questi “genocidi” = no si sono mossi quando hanno subito un attacco.
    Mentre da un lato c’era un impero retto da una giunta militare ( molto piu’ sadica del nazismo), dall’altro ci si aspetterebbe che una democrazia eletta dal popolo usi metodi “diversi” che non quello di bombardare quasi esclusivamente obbiettivi civili che non hanno alcun valore militare.
    Ripeto prima delle due atomiche furono costruite dai dati che possiamo avere piu’ di 30 milioni di bombe incendiare al napalm ed utilizzate estesamente su città giapponesi.
    Paradossalmente Truman prima di dedicere sull’uso delle bombe atomiche ricevette diversi pareri contrari sia in ambiti militati che in quelli che costruirono gli ordigni non diede retta queste indicazioni.

  12. arwenh Says:

    concordo con due affermazioni
    1) le due bombe hanno in realta’ salvato milioni di alter vite
    non pensiamo solo alla fine della guerra, che tutti si son cagati in mano e la guerra e’ finita… pensiamo al periodo guerra fredda. se nessuno avesse saputo cosa voleva dire lanciare delle bombe atomiche, probabilmente urss e usa non ci avrebbero pensato due volte prima di iniziare piogge di bombardamenti, e dio solo sa cosa sarebbe successo poi..
    2)e’ sempre opportuno sapere anche le verita’ sgradevoli
    anzi, queste immagini, come quelle dell’olocausto, dovrebbero farle vedere piu’ spesso, come monito a tutti gli umani, per ricordargli cosa si rischia con la tecnologia e le armi di adesso

    mi spiace io lo ripeto sempre… se a governare fossero le donne MADRI di figli, non ci sarebbero cosi tante guerre. alle madri interessa solo che i suoi figli vivano felici, che si stia bene ecc.

  13. Certosin0 Says:

    @picchiatello
    Assolutamente d’accordo, abbiamo in pratica dato una panoramica più ampia al posto di aghost ;)

  14. Vecna Says:

    a parte la poca conoscenza della storia, denoto un antiamericanismo di fondo e una stupidissima dottrina della pace e della non violenza. La guerra è guerra e nella seconda guerra mondiale i civili non furono risparmiati mai, dai bombardamenti anglo-americani su dresda che fecero molte più vittime delle 2 bombe atomiche, agli esperimenti e alla pulizia etnica in manciuria da parte dei giapponesi,etc.etc. nonostante la definitiva battaglia delle midway i giapponesi rifiutavano di arrendersi nonostante fossero gli unici a esser rimasti in guerra delle forze dell’asse, se io fossi un generale o un qualunque conpatriota, userei qualsiasi mezzo per evitare che muoiano altri soldati del mio paese. la bomba atomica ha fatto scalpore solo per la sua potenza distruttiva, ma sul fronte russo,a stalingrado 80000 soldati tedeschi si arresero e solo 10000 tornarono a casa. In normandia morirono i primi giorni 10000 soldati angloamericani al giorno, quindi sciacquati la bocca prima di parlare di “esportatori di democrazia” perchè se non ci fossero stati loro, saresti stato ancora fascista o al massimo bolscevico, e il nostro paese sarebbe stato a livello albania.

  15. aghost Says:

    siamo a questi livelli dunque, si definisce la pace coma una “stupidissima dottrina”, lascio ai lettori trarre le dovute conclusioni

  16. Vecna Says:

    a)è una stupidissima dottrina quando ci si ritrova di fronte a gente che pur di evitare la guerra ad ogni costo lascia il tutto in mano al tiranno di turno che commette le cose più atroci, vedi hitler e chamberlain, la divisione dei sudeti,l’annessione dell’austria l’invasione della polonia… e comunque poi la guerra c’è stata lo stesso.
    b)quando una nazione ti dichiara guerra e ti vuole annientare ad ogni costo (prova ne erano i kamikaze), rispondi con la dottrina della pace e del dialogo
    c)ricordati che la guerra è un lontano ricordo soltanto per merito degli USA, 60 anni di pace l’europa non li ha mai avuti, gli stati e gli imperi europei erano i principali promulgatori della politica di potenza.
    d) pizarro e cortez? prima di loro nessuno? la storia è sempre stata un macello.

  17. picchiatello Says:

    Veramente qui si sta uscendo dal seminato, eravamo fermi alle foto dei danni umani e materiali delle bombe atomiche in un periodo temporale in cui i giapponesi non avendo piu’ ne’ marina ne’ aviazione hanno ricevuto ripetuti no alle trattative di pace e di resa.

    1) gli obiettivi non erano militari
    2) gli alti gradi militari Usa non desideravano l’uso della bomba
    3) L’interim committee fece tutto quel che in suo potere per non farla usare, ma non venne ricevuto dal presidente.
    Quindi mi ripeto l’uso delle bombe fu piu’ “politico” e rivolto verso gli “alleati” russi che verso i “nemici” giapponesi.

  18. MFP Says:

    Gli USA sono un paese che ha dato una definizione ufficiale di “terrorismo” che calza perfettamente soltanto a… gli USA stessi.

    Vecna, ok, io sono d’accordo con te; mi dici però quand’e’ che finiremo di pagare questo grande favore che ci hanno fatto? Perchè io onestamente credo di aver contraccambiato a sufficienza… voglio dire: ci sono tante repubbliche dell’ex blocco sovietico che oggi come oggi ci stanno dando la pista in tutti i sensi… guarda ad esempio l’Estonia! Quest’anno PIL +7%… elezioni elettroniche… connettività internet gratuita e wireless in ogni angolo di strada… insomma, quand’e’ che possiamo smetterla di ripeterci quanto siamo stati fortunati di essere capitalisti invece che comunisti, e dedicarci ad altro? Non voglio un altro discorso, voglio una data, quella che tu ritieni più opportuna.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: