Fascismo preventivo

giugno 23, 2008



Rimango allibito
ogni volta che si usa il termine “preventivo” per bloccare un media, giornale, blog o web-tv che sia. Dalla guerra preventiva alla censura preventiva, il passo verso il fascismo, stavolta non preventivo ma reale, è breve.

Con il sequestro preventivo si fa strage di diritto: un media viene chiuso senza alcuna possibilità di difesa, prima ancora di qualsiasi giudizio a cui l’imputato avrebbe diritto, senza sapere a volte neppure il perché. Ma in che paese siamo?

Annunci

4 Responses to “Fascismo preventivo”

  1. superbisco Says:

    In un paese alla deriva, che vuole disperatamente aggrapparsi a qualcosa e a qualcuno che possa portarlo in salvo.

    Che crede quindi che una persona sicura di sè come Berlusconi possa davvero far girare le cose bene.

  2. K.Hiei Says:

    Dopo i due post morenti dei giorni scorsi oggi Beppe si esime dallo scrivere alcun post e lascia lo spazio a Marco Travaglio senza aggiungere nessun commento di suo…Zzzzz silenzio da Beppe.


  3. Bah, siamo in un paese un po’ del cavolo.

    Dove emigriamo?

    Londra, Brasile o isola di Tonga?

    Saluti

    I soliti due


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: