Sant’Agostino

luglio 1, 2008

Ma ve l’immaginate George Bush che telefona all’Agostino Saccà americano per piazzare veline e attricette? Un’immagine che risulta grottesca, incredibile, persino per noi italiani. Non in Italia però. Il giudice del lavoro di Roma infatti ha ordinato il reintegro e la riammissione in servizio dell’ex direttore di Rai Fiction, Agostino Saccà.

«Sono felice. Si incomincia a vedere un raggio di luce in tanto buio. Aspetto di tornare a lavorare perché c’è da tanto da fare» ha dichiarato Saccà.

Il dirigente Rai era stato sfiduciato dal Cda in seguito allo scandalo intercettazioni che coinvolge anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intercettazioni che avevo a suo tempo definito “terrificanti”, non immaginando quelle che sono seguite, pubblicate da L’Espresso, che superano ogni perversa immaginazione.

Insomma il leader dell’opposizione ed ex presidente del Consiglio, Slvio Berlusconi, ha cercato di rovesciare la maggioranza comprando il voto dei senatori attraverso le loro “favorite”. Una cosa da far rizzare i capelli in testa. La Rai per ora ha impugnato la sentenza, ma non è escluso che nel paese alla rovescia di Berlusconi un dirigente come Saccà sarà prima o poi reintegrato con tante scuse, a magari anche con un giusto risarcimento.

Advertisements

6 Responses to “Sant’Agostino”

  1. mauchi Says:

    Grazie alle intercettazioni gli italiani hanno conosciuto il suo ‘lavoro’ e la sua professioanlità.
    E’ facile, a questo punto, immaginarsi un’imminente promozione.

  2. frap1964 Says:

    Saccà ha dichiarato che praticamente nessuna delle “segnalate” ha poi avuto la parte.
    Per quel che riguarda Bush, voglio dire… ma ti sei forse dimenticato del predecessore e di Monica Lewinsky?
    Oppure documentati sui vizi “ben noti” di Kennedy in materia di donne, attrici (Marylin Monroe in primis), cameriere, ecc. ecc.
    Lascia stare gli americani, guarda…
    Ciò detto sono anni, anni e anni che in RAI (e non solo lì) funziona in questo modo. L’unica differenza è che prima si intercettava meno e soprattutto nessuno si sognava nemmeno lontanamente di pubblicare le intercettazioni in audio su Internet e/o di farle sentire alla radio.

  3. aghost Says:

    il paragone che fai con clinton o i kennedy nn mi pare congruo… un conto sono le amanti, un conto è stare a capo di una ente pubblico e piazzarci le favorite di questo o quello perché te lo chiede il presidente…

    Mi pare una differenza sostanziale…

  4. frap1964 Says:

    A me delle raccomandate frega sostanzialmente zero.
    Mi sembra assai più grave e triste la faccenda della compravendita dei senatori collegata (e difatti i due sono entrambi sotto inchiesta a Napoli).
    Comunque Saccà non è “a capo”, è dirigente di Rai fiction ed ovviamente “pesa” nelle varie commissioni di valutazione per questo e quello, ma non decide da solo. Non a caso in vari e diversi casi non è riuscito nell’intento (difatti la Moratti si è pure risentita per il nulla di fatto circa la moglie del suo braccio destro, Eliana Miglio), come documenta l’Espresso.
    Proprio grazie a questo ha ottenuto il reintegro, altrimenti… col cavolo che l’otteneva.

  5. aghost Says:

    certo che è grave la compravendita di senatori. Saccà era dirigente di un ente pubblico, e questo aggrava ulteriormente le cose. Se era una azienda sua chisenefrega. Ma era la rai.

    Uno come Saccà, negli USA l’avrebbero fatto pedalare a pedate nel sedere, qua lo reintegrano.

  6. frap1964 Says:

    Aghost hai una visione molto ottimistica degli USA.
    Eppure dovresti sapere che i padri dello spoils system (che solo in anni recenti abbiamo ereditato anche noi nella PA) sono proprio loro.

    Comunque i favori promessi a destra e manca avevano il solo scopo di ottenere appoggio futuro (e finanziamenti) per la “Casa della Fiction” che Agostino sogna di costruire in Calabria e di cui vorrebbe diventare poi il deus ex-machina.
    Che già di per sè, come idea, fa schiantare dal ridere.

    Però se ascolti le intercettazioni, ti rendi conto che ne parla con Silvio (che gli promette solido appoggio), con la Moratti (cui chiede un apposito appuntamento…). Insomma, lui ci crede.
    E che dire… i sogni son deeeeesideri, diiii feeeli-ci-taaaaà! :D


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: