La tv dei morti viventi

agosto 13, 2008

Dopo il post Il giornale che vorrei tocca alla tv. Ecco che su Spindoc apprendo dell’esistenza di una (web)tv del Partito Democratico. Indagando meglio, scopro che sono almeno 3. La Youdem.tv di Veltroni, la Red-tv satellitare di D’Alema (o meglio della sua fondazione) e la Democratica.tv.

A parte che non si capisce la necessità di ben 3 tv della stessa area politica, che mi pare denunci in partenza la poca chiarezza di idee, mi sono fiondato a vedere. Democratica.tv è letteralmente agghiacciante. Parte automaticamente il video di Veltroni e dopo 2 secondi esatti già viene voglia di “cambiare canale”. Tutti gli altri contenuti sono anche peggio: riunioni, comitati, vertici, conferenze, il viaggio in bus, manifestazioni, insomma la solita paccottiglia propagandistica sparsa a piene mani. Ma chi può guardare questa roba? Mistero. Tv aperta? Maddeché. I contributi inviati dai lettori sono altre conferenze dei dirigenti di partito! Da scappare a gambe levate.

Sulla Red-tv satellitare d’alemiana, nata dal connubio con Nessuno Tv, non posso dire nulla perché non l’ho ancora vista, ma le premesse sembrano ugualmente terrificanti: l’ex ministro degli Esteri dovrebbe diventare il protagonista assoluto della televisione, attraverso una conversazione settimanale sul modello dei “caminetti” con i quali Roosevelt parlava al Paese. Ma ci rendiamo conto? Questo si crede Roosevelt… Per curiosità ho aperto la diretta su Nessuno Tv e nooooo… c’era la Finocchiaro col ditino alzato in qualche conferenza-diabattito. Via di corsa!

Youdem.tv è in definitiva la meno peggio, senonaltro per i contenuti un filo più interessanti: ci sono tre “lezioni-intervista” con Luca Barbareschi (?), Lucia Annunziata, Diego Bianchi in arte Zoro. Non sono malaccio, ma tutto comunque ricalca il solito schema muffito della tv tradizionale. Una comunicazione a senso unico: trasmetto questo questo e questo e ciao. Manca cioè qualsiasi interazione. Ma allora a che serve? Non voglio un’altra tv clone di mille altre, dove devo sentirmi la solita barba già sentita mille volte, dove politici e dirigenti di partito si parlano addosso per ore. Non mi interessa, ma come bisogna fargliela capire?

O si usa la rete per un autentico scambio tra elettori e partito, oppure sono altri inutili teatrini catodici. Devo peraltro ammettere come non sia facile immaginare una tv di partito. Ma, se questi sono i risultati, devo concludere che le tv di partito sono assolutamente inutili.

Advertisements

12 Responses to “La tv dei morti viventi”


  1. Almeno l´orscopo ce l´hanno attendibile?

  2. gigicogo Says:

    Diego Bianchi (Zoro) :-)

  3. aghost Says:

    giusto, diego, corretto grazie

  4. stargazer Says:

    Ancora con le web-tv? Ma non l’hanno capito che non funzionano? Web-tv è un ossimoro. L’unico modello di tv sul web che funziona è YouTube, che infatti è anche l’unico che ha fatto i soldi (vendendosi a Google).

    Ma lor signori per web-tv intendono la vecchia, cara, rassicurante (per loro) televisione tradizionale trasmessa via internet. E quindi cosa ci aspettiamo?

    La televisione va spenta e basta, via web o no.

  5. Uyulala Says:

    Non riesco più a ricordare il significato della parole TIVVU’. Devo andare a cercare un vocabolario…

  6. frap1964 Says:

    Questa invece sembra abbia proprio chiuso.

    http://www.repubblica.it/2008/08/sezioni/politica/tv-liberta/tv-liberta/tv-liberta.html

    Indovina chi pagherà ora i debiti attraverso la legge sui rimborsi lettorali… ;-)

    P.S. E da oggi in poi qualcuno provi a sostenere che SB non ha mai lasciato a casa nessuno…

  7. frap1964 Says:

    E meno male poi che:

    Michela Vittoria Brambilla ha una vocazione all’iniziativa di successo.

    http://www.circolodellaliberta.it/chi_siamo.php

  8. aghost Says:

    frap la tv della brambilla era CHIARAMENTE un espediente elettorale… Da questo punto di vista, missione compiuta!

  9. frap1964 Says:

    Già, ora finalmente percepisco il “profondo” significato dell’inno in tutta la sua essenza… la libertaaaaaaaaaà è dentro noi… (dentro dove si capisce vero?) ;-)

  10. aghost Says:

    non si capisce, più che altro si SENTE! :D


  11. Ciao a tutti,
    mi piace il tono di questo post. Sto lavorando al lancio di YouDem.tv e mi occupo della parte tecnica. Stiamo preparando degli strumenti che presuppongono un coinvolgimento delle persone e quindi l’interazione di cui aghost parla.

    Mi farebbe piacere invitare alcuni di voi a fare da beta tester, cominciare a contribuire. Ci siamo quasi e se tutto fila liscio apriremo una parte della beta la settimana prossima.

    Mi rifaccio vivo. :) Ciao a tutti.


  12. Ah… ce la stiamo mettendo tutta per non creare il solito canale a senso unico. Ma credo che il contributo più grosso debba venire dalla rete, anche per dimostrare che è possibile creare dei contenuti che non siano solo il criceto che fa il drammatico.

    Di nuovo ciao.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: