Grasso che cola

ottobre 9, 2008

Aldo Grasso, il critico televisivo del Corriere della Sera, è ritornato dopo la pausa estiva con le sue bellissime recensioni. Non solo quelle scritte, già godibilissime, ma anche in quelle video dove è, se possibile, ancora più divertente. Garbo, ironia, acutezza, intelligenza: un maestro. Sentite cosa ha detto di Lilli Gruber… :)

Advertisements

9 Responses to “Grasso che cola”

  1. picchiatello Says:

    No mi spiace Grasso oramai ha fatto il suo tempo , l’astio che prova per alcune persone non lo trova molto ben predisposto ad un giudizio sereno per il programma. Lo colloco come Costanzo… sarebbe meglio dare spazio ai giovani.

  2. a.g. Says:

    scusa, e quali sarebbero questi “giovani”? Grasso non sarà nuovissimo ma sa il fatto suo e, di questi temppi, non è poco :)

  3. picchiatello Says:

    Ne discutevo con Italo Moscati su Tvblog, Grasso forse usa il suo spazio sul corriere piu’ per battaglie personali ( spero non per battaglie di potere interno) che per effetivamente scrivere a beneficio del lettore; uno non gli va’ puo’ fare il miglior spettacolo del mondo ma il giudizio sarà sempre negativo ( per carità non difendo la Gruber in questo caso), sono critiche piu’ da “caricaturista” troppo acide.
    Nel caso del Corriere-Grasso io vedo queste rubriche alquanto superate da quello che oggi c’e’ nella rete ( tvblog anche ma molti altri blog che parlano di TV), nel caso di Costanzo….beh….stiamo parlando di uno che fa lo stesso programma dal 1982…al posto suo mi diventa simpatico anche Paolini…..

  4. a.g. Says:

    a me le critiche di grasso sembrano fondatissime, e anche molto ben ragionate e argomentate. E se anche fosse, non ha diritto di avere antipatie per qualcuno? Come tutte le opinioni poi, sono per definizione opinabili…

  5. picchiatello Says:

    Certamente Aghost :-)
    Sul fatto poi della Gruber e’ come sparare sulla croce rossa, cosa che si puo’ allargare a molti “giornalisti” italiani.
    Comunque spero che certi articoli dall'”alto” ( loro) verso il “basso” ( noi ) con la rete comincino a sparire.

  6. frap1964 Says:

    Tra i giovani, molto divertenti erano i pezzi di Alessandro Rostagno su Libero. Poi è passato alla TV trash e si è rovinato. Ma c’è ancora (io la TV non la guardo proprio)?

    http://www.tvblog.it/post/4316/alessandro-rostagno-quando-il-critico-perde-laureola

  7. a.g. Says:

    rostagno non mi piace troppo… è una specie di sgarbi in sedicesimi.. e poi è davvero troppo facile sparare sulla povera Antonella Elia.. perché non se la prende coi pezzi grossi?

  8. Katia Says:

    Aldo Grasso è l’essere più inutile sulla faccia della terra. Le sue recensioni sono di una noia mortale, io non riesco a leggerle.
    Aveva ragione Catherine Spaak quando lo aveva definito “Una vecchia zittella acida”.

  9. aghost Says:

    Katia, de gustibus… a me Grasso piace :)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: