La metamorfosi

ottobre 17, 2008

L’altro giorno ho visto Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia, in un dibattito televisivo. Suscita stupore e incredulità una metamorfosi, è il caso di dirlo, così “radicale”. L’ex figlioccio di Pannella, che ho sinceramente ammirato nei primi tempi della sua militanza a fianco del vecchio leone liberale, è passato armi e bagagli con Silvio Berlusconi.

Per carità, s’è visto di peggio e non è certo il solo ad aver fatto il triplo salto mortale: basti pensare all’ex radicale più illustre, Francesco Rutelli, da anticlericale a baciapile, o a Elio Vito, anche lui traslocato da Silvione con elegante disinvoltura. Per non parlare di altri celebri voltafaccia, come quello degli ex-comunisti pentiti: Gad Lerner, Giuliano Ferrara, Carlo Rossella, Sandro Bondi. Si dice che non è peccato cambiar idea e di solito lo si ribadisce col motto “la coerenza è la virtù degli imbecilli”. Sarà.

Avevo intuito in tempi non sospetti dove sarebbe andato a parare il giovine Capezzone, quando a un certo punto divenne un ammiratore dei neocons americani come Ledeen (io li chiamavo i “neocojons”) e fervente sostenitore di George Bush e delle sue guerre preventive. Il fondo lo toccò quando in una trasmissione mattutina, durante la rassegna stampa a Radio Radicale, Capezzone difese l’invasione dell’Iraq sostenendo che in fondo, fino a quel momento, quella guerra aveva fatto “solo quattromila morti” (!).

Immaginavo che un personaggio intelligente e ambizioso come lui
, prima o poi si sarebbe scontrato con Pannella. Troppi due galli nello stesso partitino, ma stavolta è stato il galletto giovane a dover fare le valigie. Per uno sveglio come l’ex segretario radicale, un posto da sottosogretario, e un domani magari da ministro in qualche governo o governicchio, di destra o di centrosinistra poco importa, non è un epilogo così improbabile. Non avrei però immaginato, perlomeno non così presto, il triplo salto mortale della quaglia: addirittura portavoce di Forza Italia (a proposito, ma la Gardini che fine ha fatto?).

Insomma lo guardavo avvilito in tv per l’appunto, ribattere aggressivo e petulante come un Bondi qualsiasi, senza più alcuna credibilità. Ho provato una gran tristezza.

16 Responses to “La metamorfosi”

  1. picchiatello Says:

    Sai i soldi comprano un grande parte degli uomini e se non sono soldi e’ il potere.
    Anche perche’ mi pare difficile che uno segua forza italia per il “valore politico” del partito…..


  2. opportunista come pochi.

  3. a.g. Says:

    tra parentesi, ma quanti sono i portavoce di forza italia? schifani, cicchitto, bonaiuti, bondi, gardini, ora capezzone…
    Si sa quando escono allo scoperto, mai quando vengono messi da parte…

  4. picchiatello Says:

    @a.g.
    forse lavorare per forza italia e’ come lavorare per lo stato…non vengono mai messi da parte…

  5. marinfaliero Says:

    Meglio che sia uscito allo scoperto.
    Mi era anche simpatico

  6. Medusa Says:

    Anche a me stava simpatico, lo seguivo molto volentieri e aveva sempre parole nelle quali mi rispecchiavo pienamente.
    Peccato che certe persone possano scadere in questo modo da un momento all’altro.
    Medusa

  7. Jack Says:

    Frase celebre: Il potere logora chi non c’è l’ha.

  8. frap1964 Says:

    C’è di peggio.
    Questa ad esempio, che è stata ns. europarlamentare:
    http://www.verbavalent.com/?q=node/309

  9. picchiatello Says:

    Miglior battuta di Cornacchione ( da Crozza Italia)
    Capezzone lei era il delfino di Pannella ora fa la triglia di Berlusconi.


  10. @Frap1964
    Ho letto il post della Valent.
    Certo che se Saviano non trova un appartamento da prendere in affitto a questa non le danno neanche una tenda da campeggio.
    Bello spunto per un post, grazie


  11. Quando abbiamo creato il Partito per Tutti, un quarto d’ora dopo ci sono venuti a cercare i radicali, e uno di loro sembrava Capezzone da vecchio

  12. picchiatello Says:

    @Oscar “un quarto d’ora dopo ci sono venuti a cercare i radicali”

    Scusami senza far polemica “religiosa” non e’ mia abitudine…
    Come si sono presentati i radicali come i testimoni di Geova che Ti suonano la domenica mattina presto?


  13. Continuiamo così e l’incoerenza diventerà la virtù dei saggi.

  14. Kijio Says:

    mm a proposito di
    “la coerenza è la virtù degli imbecilli”
    potrei citare un certo w. churcill:
    “tutti i cretini sono conservatori, ma non tutti i conservatori sono cretini”.
    La metamorfosi in entomologia insegna che si passa da uno stadio all’altro fino alla cosiddetta “forma perfetta” (ad esempio uovo-baco-pupa-coleottero) … spesso nel caso dei politici la trasformazione avviene in egual modo .. si .. e si trasformano in scarabei stercorari …
    a differenza di questi pero’ la loro utilita’ ecologia’ e’ mmolto piu’ limitata.

  15. wow Says:

    capezzone non mi ha mai ispirato.. proprio perchè era falsissimo quando stava con pannella ed è falsissimo oggi. è come i concorrenti di uomini e donne, è in politica solo per le telecamere..


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: