Digital divide

novembre 21, 2008

stregone

Digital divide (divario digitale) – E’ l’ultimo grido della sociologia politica. La scala dei paesi e delle culture si determina secondo il divario che c’è fra di loro nella capacità di immagazzinare e possedere conoscenze attraverso gli strumenti dell’informatica. Chi sta sui gradini più bassi di questa scala è perduto, non ha futuro.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli indigeni di certe Isole Andemane, che di digital non sanno assolutamente nulla, eppure vivono felicemente da migliaia di anni nei loro microcosmi e sono stati gli unici a salvarsi dallo tsunami, senza avere né un morto né un ferito, perché, sprovvisti di bagaglio informatico, si sono affidati ai loro occhi, alle loro orecchie, ai loro sensi, ai loro istinti per avvertire il maremoto molto prima che si manifestasse. In realtà non ne pensano nulla perché il digital divide fra noi e loro è tale da metterli al riparo, oltre che dallo tsunami, anche dalle nostre stronzate.

Massimo Fini, “Il Ribelle”, Marsilio editore

Annunci

3 Responses to “Digital divide”

  1. K.Hiei Says:

    Verissimo.
    Non potevi esprimerti meglio di cosi.

  2. picchiatello Says:

    Si “il ribelle” mi e’ piaciuto ne parlero’ anche io prossimamente.

  3. Luca Rosso Says:

    Ottimo, complimenti all’autore ;-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: