Necrosi culturale

novembre 25, 2008

L’Osservatore Romano ha commentato la sentenza di Valladolid (Spagna) cha ha stabilito la rimozione dei crocifissi da una scuola pubblica: “Che si consideri un crocifisso offensivo in occidente è sintomo di amnesia e necrosi culturale” scrive nel suo editoriale il quotidiano del Vaticano. “E in Spagna questo impulso autodistruttivo assume espressioni violente“.

Peccato che la vera “necrosi culturale” sia, invece, il giogo millenario che la Chiesa ha imposto e continua a imporre a milioni di persone.

Advertisements

7 Responses to “Necrosi culturale”

  1. picchiatello Says:

    Io direi Aghost parte della chiesa, forse nemmeno quella piu’ numerosa , sicuramente quella che comanda in Vaticano.
    Alla fine chi crede a questi discorsi e’ gente priva di cultura (volutamente o soggiogata) o chi per interesse-denato abbraccia queste crociate di retroguardia di un mondo che esiste solo nel nostro paese.
    D’altra parte i difensori politici di questi interventi ecclesiastici non sono a loro volta multi-divorziati multi-inquisiti.


  2. senza il crocifisso nell’aula, a scuola mi sarei divertito molto meno. Una volta ho vinto cinquemila lire perchè avevo centrato la testa col cancellino

  3. Luca Rosso Says:

    Il mio crocifisso a scuola in tempi non sospetti di bullismo ecc, aveva lo “straccio” alla cintola colorato blu con l’uniposca ed era soggetto al bersaglio di quelle palle di gomma che rimbalzano bene.
    Non son d’accordo con la storia del giogo, sono d’accordo con il mollare un po’ il potere. Il problema sarà piuttosto bilanciare il potere vacante in seguito, in funzione di questo trovo giusto il lamento.

  4. AB Says:

    Il “giogo millenario”, come lo chiami tu, ha reso l’occidente un luogo benestante e libero, sia pure con tutti i suoi difetti.

    Provo pena per le persone che hanno commentato questa notizia: insultando la religione cattolica insultano una parte importante della loro storia, poi magari sono le stesse persone che se vanno a visitare una moschea all’estero in qualche viaggio organizzato, si tolgono le scarpe e mettono il velo “per rispetto”.

  5. roberto Says:

    concordo pienamente, siete vergognosi. i gioghi sono quelli reali, non certo una croce in cui non credete. se ci credete invece e vi fa paura allora siate coerenti, e cambiate. al solito.. roberto

  6. a.g. Says:

    la Chiesa si intromette IN CONTINUAZIONE nella vita dei cittadini, esercitando indebite pressioni politiche e morali, pretendendo di imporre la sua visione del mondo (divorzio, coppie di fatto, eutanasia eccetera), anche a chi non è credente. Senza contare l’indecente finanziamento dello Stato. Non ti pare abbastanza?

  7. roberto Says:

    la chiesa ha il dovere di intromettersi in tutte le questioni di carattere etico. lo stato ha il dovere di ascoltare e decidere per suo conto. se lo vuoi vedere in modo molto stucchevole, chi governa sa bene come prendere voti e non perderne, o almeno dovrebbe, e quindi terrà conto delle indicazioni etiche o dei pareri dellachiesa in modo da accontentare la coscienza del maggior numero di persone possibile. Poi saranno gli elettori a giudicare. e poniamo fine a questi noiosi stereotipi. Se non ci credi non bestemmiare perchè ti dai dell’imbecille da solo e lascia credere gli altri. se ci credi, fai le cose per bene e senza ipocrisie.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: