L’eroe civile e il governo vile

febbraio 8, 2009

https://i0.wp.com/www.ilbenecomune.net/wp-content/uploads/2008/11/berlusconi-sismi.jpg

Mi ero ripromesso di non scrivere una parola sul caso penosissimo di Eluana Englaro, ma le sgangherate uscite di Berlusconi e del suo governo meritano almeno un  commento di deplorazione.

Mi sbaglierò ma stavolta la maggioranza degli italiani sono dalla parte del padre di Eluana. Il governo che si intromette in un caso simile, per giunta con un decreto legge fatto in fretta e in furia, è semplicemente vergognoso. Berlusconi ha avuto l’ardire, direi l’insolenza e anzi la volgarità, di liquidare il caso come “di un padre che ne ha avuto abbastanza”, raccontando tra l’altro un sacco di balle sulle condizioni fisiche di Eluana.

Beppino Englaro si staglia sempre più come un eroe civile in questo disgraziato paese: perché ha voluto fare tutto alla luce del sole anziché cercare, in silenzio, la mano pietosa di un medico compiacente, come accade spesso in casi del genere. Ed ha dovuto invocare la visita “di persona” di Napolitano e del presidente del Consiglio per far cessare queste assurde polemiche. Come se 17 anni di “non vita” della povera Eluana non fossero sufficienti per aggiungere anche lo strazio, in punto di morte, di una visita di Berlusconi.

10 Responses to “L’eroe civile e il governo vile”

  1. herr doktor Says:

    … ma ovviamente ai nostri politici di Peppino Englaro (o, se è per questo di sua figlia) non interessa nulla.
    Altre sono le cose in gioco.
    Intento, a fronte delle altre cose che stanno succedendo (riforma della giustizia, internet, crisi, incentivi, alitalia …) si parla d’altro … e anche questi sono risultati ;-)

    bah

  2. K.Hiei Says:

    Non so se mi danno più fastidio le ingerenze del Governo o quelle del Vaticano…ma questi sono dettagli.

  3. a.g. Says:

    io sospetto anche che si sollevi questo can can sul caso englaro per sviare l’attenzione da altri problemi, tipo intercettazioni, corruzioni etc…

  4. picchiatello Says:

    Totalmente d’accordo con le Tue parole a.g. i politici sollevano problemi su cose gia’ “aggiustate” per poi non affrontare i problemi veri di questo paese.
    D’altra parte e’ anche vero che una parte dell'”opinione pubblica” e’ schiava delle tv e dei giornali o comunque assenconda il potere ( destra o sinistra poco importa) quando quest’anno ci saranno milioni di cassaintegrati e senza lavoro allora vedremo veraremente una defenestrazione democratica di questi matusalemme…


  5. che intorno al caso di Eluana si scatenasse questa ignobile farsa lo si poteva sicuramente prevedere


  6. Ad averne abbastanza sono stati in molti specialmente chi abortisce. E’ proprio vero agli altri i problmei loro che io mi risolvo i miei
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/04_Aprile/08/veronica.shtml

  7. Alberto Says:

    Sono perfettamente d’accordo con te. E i commenti di chi giudica questa scelta una “condanna a morte” sono dettati dall’ignoranza della situazione, di non aver provato cosa vuol dire avere un familiare in quelle condizioni… A tutti dico: “andate a vedere”! e se non potete andare fino a Udine, andate in qualsiasi ospedale della vostra città. di casi simili, purtroppo, ce ne sono a decine!

  8. AMBRETTA Says:

    SONO VICINA AL SIGNOR BEPPINO, PERCHE’ OLTRE AD AVER SOFFERTO PER 17 ANNI ACCANTO ALLA PROPRIA FIGLIA, ED IL NON POTER RISPETTARE LE SUE VOLONTA’ ORA VIENE ATTACCATO E ADDIRITTURA CHIAMATO ASSASSINO DALLA CHIESA E DA QUESTO GOVERNO, CHE VUOLE FARNE UN CASO POLITICO; QUANDO E’ SOLTANTO UN CASO UMANO.IO SONO VICINA AL SIG BEPPINO E RISPETTO LE SUE VOLONTA’ E MI AUGURO CHE I MEDIA E IL GOVERNO LA SMETTANO DI SPECOLARE SU QUESTA FAMIGLIA.

  9. Luca Rosso Says:

    Pare che ci sia un sondaggio per cui il 47% la pensa come il governo, un altro 47% la pensa all’opposto e 6% che non sa, non risponde.

  10. tani Says:

    caro Giuseppe, solo poche parole. Comprendo il tuo dolore e ti sono vicino. Sei stato GRANDE nell’affrontare il calvario di Eluana ed il TUO calvario personale. Dimentica gli attacchi che ti hanno fatto e che continuano a fare. Davanti alle infamie che ti hanno tirato addosso…TU, CHIUDI GLI OCCHI,così come ha fatto serenemente TUA FIGLIA e, se puoi, PERDONA LORO, PERCHE’ NON SANNO IL MALE CHE TI FANNO. Ciao. Tani


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: