¿Por qué no te callas?

settembre 10, 2009

http://kchico.files.wordpress.com/2008/05/zapatero.jpg

Ho visto poco fa la grottesca conferenza stampa di Berlusconi con un imbarazzatissimo Zapatero. Lazzi, battute, insulti e sfottò alla stampa, anche straniera, barzellette che non facevano ridere, spacconate ridicole, anzi penose, come quella “Sono il miglior presidente del consiglio degli ultimi 150 anni”.

Un Berlusconi sinistramente su di giri, logorroico e ridanciano, che pareva strafatto di cocaina mentre Zapatero doveva ascoltare, letteralmente basito, il nostro premier che in una conferenza internazionale rispondeva ad un giornalista “In vita mia non ho mai pagato una donna per una prestazione sessuale”.

Berlusconi sembrava insomma Hugo Chavez in una delle sue fluviali filippiche, quello poi redarguito da Juan Carlos con la famosa frase ¿Por qué no te callas? (perché non te ne stai zitto?). Frase che forse, in quest’occasione, avrebbe voluto dire Zapatero. Povera Italia e poveri italiani, in che mani siamo.

Annunci

10 Responses to “¿Por qué no te callas?”

  1. aghost Says:

    da el pais:

    A su lado, el presidente español, José Luis Rodríguez Zapatero, asistía al desahogo de su anfitrión con cara de estupefacción mientras las ministras españolas de Economía, Elena Salgado, y Defensa, Carme Chacón, no podían reprimir la risa sentadas entre el público.

  2. liberals Says:

    Certo che questo nostro Super Giullare non si rende conto di quanto ridicoli ci rende nei confronti di tutto il mondo !!! D’altra parte non possiamo fare che “mea culpa” anche se non lo abbiamo votato ce lo dovremo sorbire chissà fino a quando, a meno che … qualcuno non guardi giù.

  3. picchiatello Says:

    Per me all’estero gongolano, ci vorranno 30-40 anni per ritornare un paese con coscenza democratica ed intanto gli altri vanno avanti…

  4. aghost Says:

    io sinceramente durante la conferenza stampa di berlusconi mi sono vergognato, ormai siamo lo zimbello d’europa

  5. DM Says:

    essere di parte passa anche, ma dire amenità non paga. Abbiamo (noi, Italia) un tasso di disoccupazione che è meno della metà di quello spagnolo. E qui stiamo a fare la melina al nostro capo del Governo? Leggete i dati, fate un confronto di sistema. Solo i cretini si concentrano su un punto e lo fissano a lungo. Voi non siete cretini.

  6. Luca Rosso Says:

    In fatto di ammortizzatori sociali come siamo messi confronto alla Spagna? I riferimenti a dati leggibili dove si trovano? In Italia siamo a un tasso di disoccupazione di quasi 10% se non erro, in Spagna 20 o anche solo 15? Come fa ad avere un PIL superiore al nostro? Su cosa concentra il suo business, più fruttifero del nostro? In fatto di crisi come mai hanno un indice che testimonia un quasi -3% mentre noi in Italia un -5% ed oltre?
    Con tutto il permesso ma non ho ancora trovato una analisi intellegibile di dati attendibili e le fonti riportate in bibliografia.

  7. picchiatello Says:

    “Con tutto il permesso ma non ho ancora trovato una analisi intellegibile di dati attendibili e le fonti riportate in bibliografia.”

    e non li troverai mai altrimenti la gente comincerebbe veramente ad avere paura e a non spendere…quelli che hanno i capitali li esporterebbero in altri paesi in fondo quando si parla di “conflitto di interessi” legato al’informazione e’ questo…

  8. Luca Rosso Says:

    Onestamente una analisi furba l’ho trovata leggendo diversi articoli e ricavandola da me. Per cui se uno deve metterci il grano presumo che faccia il mio lavoro elevato a n, con tutte le verifiche del caso.
    Ciò che non ho capito è: “leggete i dati e fate un confronto di sistema”. Negli articoli che ho leggiucchiato mi manca il confronto con gli altri paesi, una visione più organica… Da qui il supposto che il commentatore ne sappia sicuramente qualcosa in più…

  9. picchiatello Says:

    “Da qui il supposto che il commentatore ne sappia sicuramente qualcosa in più…”

    dipende dalle fonti… libero o il giornale servono come la carta da toilette in certe situazioni…

  10. Luca Rosso Says:

    Se mai il “commentatore” o chi per lui dovesse passare e dare un suo contributo… personalmente lo accolgo a braccia aperte. Se si presenta con dati non ridondati su più fonti starà a me decidere l’attendibilità soggettiva per quanto riguarda me stesso. L’informazione non funziona già così? Comunque una supposta visione di insieme mi sarebbe gradita così pure se si innestasse in qualche misterioso modo un dibattito su analisi traballanti o analisi consolidate. W il libero pensiero! :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: