https://i0.wp.com/nuke.alkemia.com/Portals/0/appoggio3/Fazio_Fiorani.jpg

“Già serpeggiava il sospetto che le banche vedessero i clienti unicamente come polli da spennare. A fornire una conferma plateale a tale convinzione ha provveduto Divo Gronchi, direttore generale della Banca Popolare Italiana, dopo la dipartita ingloriosa del famigerato Gianpiero Fiorani, noto per gli spericolati maneggi col goverantore della Banca d’Italia, Antonio Fazio.

Era infatti venuto alla luce che a un milione di clienti erano stati addebitati, alla chetichella, 30 euro a testa per spese inventate, quando essa si chiamava ancora Banca Popolare di Lodi. Al che Gronchi nella trasmissione di Porta a Porta del 14 dicembre 2005 ammise il saccheggio, aggiungendo con la massima nonchalance: «Ma stiamo restituendo i soldi a chi ce li chiede». Dunque agli altri no. Come dire? «Con gli altri c’è andata bene: siamo riusciti a farli fessi».”

E’ un passo dell’ultima edizione del libro “Il risparmio tradito” di Beppe Scienza, ovvero l’inizio del capitolo intitolato “La banca, il tuo peggior nemico”. Beppe Scienza è un matematico, professore all’Università degli Studi di Torino, che da anni si batte contro le malefatte finanziarie, ovvvero i danni causati dal cosiddetto “riasparmio gestito“, i soldi che i risparmiatori affidano a banche e promotori finanziari.

La Banca Etica ha organizzato a Lodi (MI) un ciclo di conferenze, fra cui quella che Beppe Scienza terrà il prossimo venerdì 16 ottobre 2009 alle ore 21, all’Auditorium ITC “A. Bassi”, via Dante Alighieri 2, appunto a Lodi. Il titolo è “Il risparmio tradito: come difendersi dalle banche“. L’ingresso è libero.