Negli Usa si può

novembre 9, 2009



Al
Columbus Day di New York qualcuno di Qui New York Libera, in elegante giacca e cravatta e megafono di cartone, ha colto l’occasione per contestare il ministro della Difesa Ignazio La Russa, che sfilava su una macchina scoperta, rinfacciandolgli l’Agenda rossa di Borsellino, l’impunità di Berlusconi e il famigerato lodo Alfano.

Il minisitro dapprima ha fatto finta di niente, poi ha fatto le linguacce (!), quindi ha apostrofato il contestatore urlandogli “Ti riconosco, pedofilo!… Sei un pedofilo! Mi ricordo cosa facevi con le bambine… vergognati pedofilo!”. Due guardaspalle del ministro gli sono andati incontro con aria minacciosa:  “Chi ti ha pagato?” e  “Pedofilo, che vuoi pedofilo!”.

Ora attenzione: a questo punto in Italia sarebbero intervenuti i Carabinieri o la Polizia che avrebbero identificato il contestatore, magari portandolo in questura. Non negli USA: una poliziotta è intervenuta con decisione… allontanando i guardaspalle del ministro!

A me questo fatto ha suscitato una certa impressione… o no?