Primus super pares

ottobre 6, 2009

silvio

La legge è uguale per tutti ma non necessariamente la sua applicazione“. Questa incredibile e grottesca affermazione è dell’avvocato di Berlusconi, Niccolò Ghedini, che sta difendendo il lodo Alfano nella discussione alla Consulta.
L’Espresso ha realizzato una apprezzabile diretta della seduta.

Gaetano Pecorella, uno dei 4 avvocati del Premier, non è stato meno grottesco del collega Ghedini: “Con le modifiche apportate alla legge elettorale, [Berlusconi ndr] non può essere considerato uguale agli altri parlamentari. Non è un primus inter pares ma un primus super pares“.

Chi pensava ingenuamente, povero imbecille, che la legge dovesse essere uguale per tutti, è sistemato.